Restauratori, professione nobile ma da regolamentare

“Una professione nobile che ricorda l’homo faber rinascimentale, nella quale confluiscono conoscenze umanistiche e storiche, abilità artigianali e competenze scientifiche, anche in linea con gli sviluppi delle tecnologie”. Con queste parole il giornalista Francesco Ventimiglia presenta a ‘Sportello Italia’, su Radio 1, Giacomo Casaril, presidente nazionale CNA Restauratori.

“Quella del restauratore è una professione regolamentata non-ordinistica”, esordisce Casaril. “Esiste una disciplina normativa della formazione e dell’attività, un elenco pubblicato dal ministero della Cultura all’interno del quale confluiscono i restauratori. Un quadro normativo che valorizza e tutela la professione, seppure necessiti di un miglioramento soprattutto in termini di regolamentazione della formazione e nell’ambito della ricerca e sviluppo”, sottolinea Casaril in conclusione.

 

Questo articolo Restauratori, professione nobile ma da regolamentare è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI