Pubblicate le previsioni economiche d’autunno 2022 della Commissione europea

La Commissione europea ha pubblicato le proprie previsioni economiche d’autunno 2022, l’analisi periodica sull’andamento del PIL e dell’inflazione in tutti gli Stati membri dell’UE. Rilevando come a differenza della solidità economica riscontata nella prima metà dell’anno 2022, l’UE è adesso entrata in una fase critica a causa la crisi energetica sta erodendo il potere d’acquisto delle famiglie e gravando sulla produzione.

In questo senso, viene riportato come l’economia dell’Ue dovrebbe registrare una crescita del 3,3% nel 2022 e dell’1.6% nel 2023, mentre per l’Eurozona viene registrato un tasso di crescita del 3,2%. Si prevede lo slancio nella crescita del PIL solo nel 2024, con una media dell’1,6% nell’UE e dell’1,5% nella zona euro.

Nel proprio focus sull’Italia, la Commissione ha rilevato:

una crescita del PIL reale al 3,8% nel 2022;
un aumento del tasso di inflazione al 7,4% nel 2022, per poi attestarsi ad una media del 2,3% entro il 2024;
una diminuzione della domanda di lavoro sia in settori ad alta intensità energetica che nel settore al dettaglio e del turismo;
un aumento del tasso di disoccupazione che raggiungerà l’8,5% nel 2024;
un rallentamento degli investimenti delle imprese a causa degli elevati costi di produzione e dal rallentamento della domanda.

Le previsioni economiche d’autunno saranno seguite, nel mese di febbraio 2023 dalle previsioni economiche d’inverno 2023.

Le previsioni economiche d’autunno 2022 sono disponibili al LINK.

Questo articolo Pubblicate le previsioni economiche d’autunno 2022 della Commissione europea è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI