Odontotecnici, riconoscere alla categoria la qualificazione professionale

Gli odontotecnici attendono da tempo che la loro qualifica professionale venga riconosciuta. Il superamento dell’inadeguatezza dell’impianto normativo, fermo al maggio del 1928, restituirebbe finalmente loro la bramata istituzione della professione sanitaria.

CNA SNO Odontotecnici, in rappresentanza dei 3.700 odontotecnici iscritti alla Confederazione, ritiene prioritaria la calendarizzazione per la discussione in Parlamento del Disegno di legge presentato dalla vicepresidente della commissione sanità del Senato, Paola Boldrini.

La conversione in legge del Ddl, che prevede l’istituzione della professione sanitaria dell’odontotecnico, restituirebbe il giusto riconoscimento della qualifica professionale ad una figura che presenta un elevato livello di formazione oltre che di responsabilità. Innovazione ed elevata capacità professionale in tema di protesi su misura ad uso odontoiatrico prevista nei nuoci criteri, per il settore, dal nuovo regolamento europeo sui dispositivi medici.

A tal proposito, CNA SNO Odontotecnici non condivide quanto contenuto nel recente Ddl 2432, sempre in materia di istituzione della professione sanitaria, in quanto non chiarisce espressamente la possibilità per l’odontotecnico (su richiesta, alla presenza e sotto la responsabilità del clinico) di collaborare agli atti di verifica di congruità dei dispositivi medici su misura in campo odontoiatrico allo scopo di ottimizzare – al di fuori del cavo orale – tutti gli elementi relativi esclusivamente al manufatto che egli stesso realizza.

Inoltre, il recente Ddl non qualifica l’odontotecnico come “fabbricante” ma solo come “responsabile della produzione dei dispositivi medici su misura in campo odontoiatrico”. Ciò comporta conseguenze oltremodo negative per la categoria, riducendo l’odontotecnico a semplice prestatore d’opera e facendo venire meno il requisito fondamentale posto a base di ben precise normative nazionali e comunitarie. Va ricordato, infatti, che la produzione dei dispositivi medici su misura in campo odontoiatrico è realizzata esclusivamente all’interno di laboratori odontotecnici in possesso dei requisiti previsti e autorizzati ai sensi della normativa vigente, sotto l’esclusiva responsabilità dell’odontotecnico. Principio contenuto nel Ddl Boldrini e nei testi approvati nel 2001 e nel 2007 dal Consiglio superiore della sanità.

CNA SNO ritiene fondamentale incardinare nella discussione parlamentare un testo che tuteli pienamente il ruolo e lo spazio professionale della categoria anche nell’inderogabile accordo della legislazione concorrente tra Stato e Regioni per un corretto avvio del percorso normativo che riconosca finalmente l’approdo degli odontotecnici nelle professioni sanitarie.

Questo articolo Odontotecnici, riconoscere alla categoria la qualificazione professionale è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI