NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 85

11  luglio 2014

 

 

Dalla Cna Marche:

 

Organizzato dalle associazioni dell’autotrasporto e dalle organizzazioni sindacali

MARCHE, AUTOTRASPORTO MERCI IN GINOCCHIO

CONCORRENZA STRANIERA E INFILTRAZIONI MALAVITOSE TRA LE CAUSE

Sabato incontro all’Interporto di Jesi con parlamentari e Forze dell’Ordine

Strette fra la concorrenza sleale dei Tir stranieri e le infiltrazioni della criminalità organizzata, le 4.648 imprese marchigiane dell’autotrasporto si trovano ad affrontare una crisi gravissima: nel corso di questi anni centinaia hanno chiuso, migliaia i lavoratori licenziati o in cassa integrazione.  Nel 2013 il fenomeno si è ancora di più incrementato e non sembra rallentare come confermano i dati del primo trimestre del 2014. Una situazione che incide sull’occupazione nel settore, con una impennata dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali che hanno raggiunto livelli incredibili triplicando i valori del 2012 già considerevoli. Una crisi, quella dell’autotrasporto, che è stata resa ancora più grave dalla  concorrenza sleale messa in atto dalle imprese che violano le norme, facendosi beffe delle regole.  Mentre da una parte le imprese nostrane chiudono dall’altra circolano sempre più veicoli con targhe straniere;  spesso si tratta di aziende nate surrettiziamente nei Paesi dell’Est  che vengono ad operare in Italia svolgendo attività di trasporto domestico ed applicando ai lavoratori: contratti, contribuzione sociale ed assicurativa dei Paesi in cui hanno sede legale, potendo così praticare forti ribassi sui pressi del servizio di trasporto, superiori al 20 per cento.  Vi è inoltre un uso distorto del cabotaggio, da parte di vettori stranieri, per il contrasto del quale risultano al momento del tutto insufficienti i sistemi di controllo su strada fin qui praticati dalle autorità preposte. Ad incrementare questa situazione esistono inoltre imprese italiane che, forzando la normativa prevista dalla direttiva 96/71 che consente il distacco dei lavoratori effettuato nel quadro di una prestazione di servizi, utilizzano lavoratori assunti da agenzie interinali straniere, per i quali è previsto l’applicazione dei regimi assicurativi e previdenziali del paese di origine. In questo caso il costo del lavoratore si attesta circa a 15 mila euro all’anno, molto al di sotto dei 45 mila euro tanto costa un’autista italiano alle dipendenze delle nostre aziende che applicano regolarmente il contratto di lavoro vigente e la contribuzione italiana. Le conseguenze del diffondersi di questi fenomeni sono pesantissimi. In due anni, il fatturato del settore, nella nostra regione si è più che dimezzato così come le spese per consumi, il che sta ad indicare come la dotazione dei mezzi di trasporto sia largamente sottoutilizzata rispetto alla sua capacità. Ad aggravare la situazione hanno concluso sindacati e associazioni di categoria è sempre più presente, anche nel nostro territorio, il tentativo della criminalità organizzata, di infiltrarsi nel settore del trasporto. Spesso vengono utilizzati prestanome incensurati ed aziende apparentemente in regola, ma che non sono altro che delle lavatrici che riciclano danaro, anche queste si muovono sul mercato offrendo servizi di trasporto alla committenza locale a prezzi stracciati. Per parlare dei problemi che attanagliano la categoria, le organizzazione dell’autotrasporto CNA-FITA, CONFARTIGIANATO TRASPORTI, in accordo con le organizzazioni sindacali FILT CGIL; FIT CISL e UIL TRASPORTI hanno organizzato un Incontro pubblico “Autotrasporto merci, lotta alle imprese illegali e rispetto delle regole per vincere la crisi” in programma per SABATO 12 LUGLIO (ORE 10,00), nella Sala Interporto Marche in Via Coppetella 4, a Jesi. All’incontro sono stati invitati i Parlamentari marchigiani, Europarlamentari, rappresentanti delle istituzioni e della politica regionale, Forze di Polizia. Sarà un confronto con le associazioni sindacali e di categoria sulla situazione dell’autotrasporto merci e su come uscire dalla crisi che ha colpito il settore. Su questo le associazioni dell’autotrasporto hanno fissato 3 punti ineludibili.- un corretto rispetto delle regole sul cabotaggio, con possibilità di bloccarlo per almeno sei mesi; lotta alle imprese illegali e l’impegno della committenza a non utilizzare soggetti che violino le leggi ed i contratti di lavoro; il rispetto della norma che prevede costi minimi per i servizi di autotrasporto.

Dalla Regione Marche: 

RAPPORTO ANNUALE 2014 DELL’ OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO

 

Il 2013 anno molto pesante, ma ci sono moderati segnali di ripresa nel primo trimestre 2014.  Luchetti : Puntare alla qualità del lavoro, alla competenza professionale e al collegamento Scuola- Università- lavoro

 

“ Puntare di più sulla qualità del lavoro, sulla buona occupazione , sull’introduzione di nuove figure professionali, sulla competenza, la ricerca e la professionalità  e quindi di più sulla formazione mirata, alta e continua e soprattutto accompagnare e favorire le scelte di chi si sta indirizzando alle attività autonome. “Sono queste alcune indicazioni di politiche attive del lavoro che l’assessore regionale al Lavoro, Marco Luchetti ha proposto oggi alla luce dei dati presentati oggi in Regione e contenuti nel Rapporto annuale dell’Osservatorio regionale sul mercato del lavoro. Uno strumento di analisi statistica che fotografa la situazione del 2013 e il primo trimestre 2014, indispensabile per trarre scelte strategiche per il futuro.

“I giovani – ha proseguito l’assessore – costituiscono un’ emergenza anche nelle Marche e stanno mostrando una propensione al lavoro autonomo, hanno buone idee e si stanno impegnando. Seguendo anche la tendenza in aumento dei lavori autonomi,  avvieremo progetti sempre più collegati tra Università e mondo del lavoro dando continuità ai dottorati di ricerca ( 84 finora), per le start up di impresa, i temporary manager, il ricambio generazionale di impresa, continuando nella politica di incentivo alla creazione di impresa ( prestito d’onore che segna già 900 nuove imprese), all’istruzione tecnico professionale, per corrispondere alle esigenze di rinnovamento continuo del mercato . Con Garanzia Giovani , invece, ci stiamo già impegnando ( 4500 i giovani già iscritti) ad utilizzare al meglio le risorse in favore di quei giovani che hanno trovato più difficoltà a trovare un percorso di istruzione medio alta e che attualmente sono più disorientati nel mercato. ”

Il primo trimestre 2014 -In base ai dati della rilevazione Istat, nei primi tre mesi dell’anno in corso, si interrompe il calo dell’occupazione regionale che aveva segnato variazioni negative per cinque trimestri consecutivi. Nel periodo gennaio-marzo il numero di occupati registra un incremento che, seppure di marginale entità (+0,1%), va in controtendenza alle dinamiche nazionali (-0,8%) e a quelle delle circoscrizioni del Nord Italia. La favorevole evoluzione riguarda solo il segmento degli autonomi (+3,4%), poiché i dipendenti risultano in diminuzione dell’1,0%. Osservando le componenti settoriali va notata la dinamica positiva dell’industria (+6,7%) e delle costruzioni (+14,4%).

Il protrarsi della crisi ovviamente ha avuto riflessi pesanti anche nella regione Marche, a causa anche della peculiarità della sua struttura economica a forte vocazione manifatturiera e dalla diffusa presenza di piccole e micro imprese. Le principali indagini congiunturali mettono in evidenza, tuttavia, moderati segnali di recupero che sembrerebbero indicare, quantomeno, una interruzione della tendenza negativa. Si osservano, infatti, marginali incrementi dell’attività produttiva nelle aziende più strutturate e segnali di recupero dell’attività commerciale anche nelle imprese di più piccola dimensione. Il tasso di disoccupazione sale dall’11,4% del primo trimestre 2013 all’attuale 11,7%, quasi due punti percentuali in meno rispetto alla media del Paese, ma l’andamento delle assunzioni mostra un miglioramento rispetto ai precedenti trimestri. Nel complesso, infatti, il numero di nuovi contratti aumenta dello 0,7% mentre, se si considera solo il lavoro dipendente, le dinamiche hanno maggiore incisività, con un incremento tendenziale del 3,5%, pur considerando una consistente riduzione del tempo indeterminato (-15,1%), dovuta alla mancata trasformazione di contratti a termine.

Il 2013 -In un contesto di forte e prolungata recessione economica, come quella che stiamo attraversando, la condizione giovanile ha registrato un peggioramento delle difficoltà nel reperire un’opportunità di lavoro. Il tasso di occupazione riferito ai giovani fino ai 29 anni, registra una flessione di 3,8 punti percentuali rispetto al 2012, ma ne perde ben 11 con riferimento al valore del 2008.  Parallelamente il tasso di disoccupazione della stessa classe di età sale dal 21,5% al 25,2%. La differenza tra assunzioni e cessazioni si attesta a -4mila unità e registra un’ulteriore flessione sul dato del 2012. Il quadro occupazionale dei 15-29enni risulta in controtendenza nel settore turistico, dove si registra una differenza positiva.

Se tutte le componenti di reddito risultano in calo ( gli investimenti delle imprese marchigiane diminuiscono del 6,1%, i consumi delle famiglie del 2,4%) l’export, invece, è in grado di fornire un contributo positivo, con un’espansione dei flussi pari al 13,0%. Il ricorso alla cassa integrazione è in crescita del 25,1% per la componente ordinaria e straordinaria e del 17,5% per quella in deroga, che coinvolge oltre 30.500 lavoratori. Quelli posti in mobilità sono stati poco meno di 8mila e risultano in calo del 42,5% rispetto al 2012, a causa, soprattutto, della componente non indennizzata, il cui utilizzo è stato sostanzialmente sospeso dall’Inps (circolare 137/2012). Nella nostra regione, le imprese attive diminuiscono dell’1,1%, in linea con le tendenze nazionali, e il tasso di crescita rimane su valori negativi   (-0,24%) per il secondo anno consecutivo. Per l’artigianato e la piccola impresa, in generale, la contrazione è ancora più accentuata, in calo del 2,1%.   La criticità del mercato del lavoro nel 2013 è stata evidente: un calo dell’occupazione pari al 3,4%, sia tra i dipendenti a tempo indeterminato sia tra i dipendenti con contratti a termine. Le dinamiche occupazionali, in tutti i principali settori di attività, mostrano un segno negativo : difficoltà più forti nella provincia di Pesaro e Urbino (-7,7%) e in quella di Macerata (-4,2%), mentre è in controtendenza il territorio di Ascoli Piceno, in cui si osserva una crescita del 3,2%. Aumenta anche il numero di chi cerca lavoro: 78mila unità nel corso del 2013 salite a 82 mila nel primo trimestre 2014.  Il tasso di disoccupazione,  all’11,1%, resta sotto la media nazionale (12,2%). La dinamica di calo è sostanzialmente identica sia  per i maschi, sia per le femmine e un differenziale contenuto in riferimento alla cittadinanza, con le assunzioni di stranieri in calo dell’11,9% (-9,1% per gli italiani). La perdita di posizioni lavorative, rilevata su tutto il territorio della regione, sia a livello di provincia sia di CIOF, riguarda oltre 6.600 maschi e circa 4.200 donne.

“Certo l’analisi dei dati  – ha concluso Marco Luchetti – ci mostra un anno pesante e molto difficile,  ma contiamo sull’inizio di una controtendenza che naturalmente dovrà consolidarsi per avere effetti incisivi sulla nostra economia, ma che lascia sperare in una ripresa reale se ci sarà l’impegno di ogni componente della comunità.”

 

Dalle Cna provinciali:

All’insegna della speranza l’ottava edizione di “Idee in Moda” in piazza del Popolo

PESARO,  UNA SFILATA PER SFIDARE LA CRISI

Tante le testimonial: Maddalena Corvaglia, Ariadna Romero, Cecilia Capriotti, Debora Salvalaggio, Sarah Nile e Sara Salvi.

Presentano Jo Squillo e Riccardo Signoretti

 

PESARO – E fissato per domani sera in piazza del Popolo il grande appuntamento con la moda sotto le stelle. Torna infatti l’ottava edizione di CNA Idee in Moda,  l’iniziativa organizzata dalla CNA di Pesaro e Urbino per promuovere il settore del tessile-abbigliamento. Grazie al sostegno del main sponsor Banca dell’Adriatico e dei partner istituzionali (Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, Regione Marche, e Comune di Pesaro),  e al Centro Commerciale Il Mestrale, Centrale Gpa, la CNA intende rilanciare un comparto importante per l’economia della provincia che sta attraversando un momento gravissimo con oltre 150 aziende che hanno chiuso i battenti negli ultimi tre anni.

E dire che la provincia di Pesaro rappresentava fino a qualche anno fa uno dei distretti più fiorenti di questo settore, in particolare grazie alla produzione e alla lavorazione del jeans. Ma anche la maglieria e la tessitura hanno trovato in questo territorio ditte altamente specializzate. Purtroppo la concorrenza dei paesi asiatici ha contribuito ad affossare un comparto importante per questa provincia dove ormai si salvano solo pochi brand; quelli che hanno avuto il coraggio di non delocalizzare e di continuare ad investire in qualità e modelli.

Domani sera dunque la sfilata che vedrà in passerella belle e famose testimonial come Maddalena Corvaglia, Ariadna Romero, Cecilia Capriotti, Debora Salvalaggio, Sarah Nile e Sara Salvi.

La sfilata  sarà presentata dalla signora della moda, Jo Squillo e dal giornalista di origini pesaresi, direttore di Nuovo, il settimanale di Cairo Editore, Riccardo Signoretti.

Sul palco di piazza del Popolo (inizio ore 21,15), quest’anno grandi marchi legati all’intimo, alla moda mare, e moda giovane come Parah, RcCrescentini by Cotton Club ed Ean 13. Si tratta di brand famosi che danno lavoro ad aziende artigianali della provincia e che potrebbero incentivare ulteriormente le loro produzioni attraverso la rete di imprese altamente specializzate del territorio. Sul palco anche le collezioni di cinque stilisti pesaresi: Tanya Battistoni, Omar Morotti, Melissa Agnoletti, Gor-Geous Style, Martika e di un altro brand marchigiano: Luca PaoloRossi. Sei nuove e promettenti griffe che esibiranno le loro collezioni assieme a marchi consolidati della moda proporrà i capi di abbigliamento donna di Tanya Battistoni; la maglieria di Omar Morotti; le borse, tshirt, gli accessori e le borse di Melissa Agnoletti. Ed ancora le t-shirt di Gor Geous style; i costumi da mare di Martika. Accompagneranno le proposte le scarpe di Fratesi, unico calzaturificio della provincia, proprietario di diversi marchi distribuiti in tutto il mondo fra i quali Nila&Nila che sfilerà sabato. Per l’occasione Nila&Nila ha prodotto ben 80 paia di scarpe appositamente per la sfilata Idee in Moda.

A fianco dei giovani stilisti, anche tre laboratori artigiani di alta oreficeria: la All Gold di Fossombrone, Semprucci gioielli di Pesaro e Della Rovere di Mondavio.

Le loro creazioni orafe, assieme alle acconciature di Marcello, arricchiscono il programma di una serata di grande spettacolo con ospiti e attrazioni a sorpresa.

Nel corso della sfilata sarà assegnato il premio Pesaro Idee in Moda 2014 al cantautore, Filippo Graziani, figlio dell’indimenticato Ivan e autore di Viaggi e Intemperie album dal quale è estratto il brano “Le Cose belle” con il quale ha partecipato all’ultimo festival di Sanremo nella categoria giovani.

Filippo Graziani eseguirà, accompagnato da due video, “Le cose belle” e l’inedito “Cervello” presentato in anteprima il 10 luglio da RepubblicaTv. Il premio sarà consegnato dal direttore generale di Banca dell’Adriatico, Roberto Dal Mas e Riccardo Corbelli coordinatore delle Filiali pesaresi dell’Istituto.

La immagini della sfilata Cna-Idee in Moda, che sarà curata dall’agenzia Art&Work, saranno trasmesse  da Rete 4, La5, TgCom e Sky 180.

Particolare nota d’orgoglio è data dal fatto che tutte le immagini della sfilata (che sarà curata dall’Agenzia Art&Work di Sandro Fiorentini per la regia di Maila Ferranti), sono affidate per il secondo anno alle telecamere di Tele 2000 con la regia di Michele Tontini.

Al termine della serata (con parterre ospiti riservato ai possessori di invito) ed alcuni posti liberi, i protagonisti della serata si trasferiranno a Bagni Tino numero 5 (spiaggia di Ponente) in viale Trieste per un party post-sfilata.

Ai bordi del palco sarà allestito un salottino per gli ospiti curato da Febal Casa gruppo Colombini. L’angolo vip vedrà anche la partecipazione di Cantine Colonnara.

Al défilé collaborano come sempre vari sponsor e partner dell’evento. Tra questi il principale partner dell’ospitalità, il Cruiser Hotel (che curerà il soggiorno dei personaggi della serata), la concessionaria auto Bastianelli e l’Hotel Excelsior.

La sicurezza è stata affidata all’agenzia PJ Investigation. Media partner dell’evento Veronica My Radio.

L’ingresso nel parterre delimitato da transenne è ad invito. Per tutti gli posti a disposizione l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Per consentire comunque a tutti una ottimale visione dello spettacolo,  saranno installati due maxischermi ad alta definizione ai lati del palco.

 

VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE

LUNEDÌ 14 ALLE ORE 18.30 INCONTRO PRESSO LA SEDE CNA DI ANCONA

ANCONA. La Regione Marche ha confermato per il secondo anno il bando “Voucher per l’Internazionanizzazione” che mette a disposizione delle imprese contributi a fondo perduto fino al 50% per spese sostenute e/o da sostenere nel corso del 2014 per:  ricerche di mercato e studi; promozione e comunicazione; partecipazione a fiere all’estero e/o a missioni ed incoming in rete con altre imprese.

Si tratta di un’importante opportunità per tutte quelle imprese che nel 2014 intendono continuare o avviare strategie di penetrazione commerciale all’estero, da sole o con altre imprese.

Per presentare nel dettaglio il bando, Cna Export Box ha organizzato una serie di incontri sul territorio provinciale.

Luned’ 14 luglio alle ore 18.30, l’incontro si terrà nella sede provinciale Cna ad Ancona. date:

 

 

GRANDE SUCCESSO DEL “3 APERITIVO CON

organizzato dal Comitato Giovani Imprenditori della Cna di Ancona

 Public Speacking

 

Continua ad aumentare la partecipazione  agli appuntamenti della serie “3 Aperitivo Con”, organizzati dal Comitato Giovani Imprenditori della CNA di  Ancona .

Il 3° terzo appuntamento, patrocinato dal Comune di Senigallia ed organizzato il 7 luglio scorso, ha visto affluire, al Caffè Ghinelli 834 di Senigallia (Foro Annonario), circa 100 giovani imprenditori venuti dalla tutta la provincia di Ancona ed anche dalla provincia di Pesaro, Fermo e Macerata.

Il tema dell’iniziativa formativa, Public Speaking, è stato  molto apprezzato dal pubblico che con grande partecipazione ha deciso di  cogliere la bella opportunità formativa offerta dalla CNA.

La Docente, Prisca Carletti di HRD NET di Roberto Re,  ha illustrato con semplicità a chiarezza le tecniche e gli approcci corretti per una buona comunicazione in pubblico ed ha coinvolto il pubblico, facendoli intervenuti attivamente.

Il partecipanti hanno apprezzato anche gli interventi degli ospiti speciali della serata: Stefania Milo (Presidente Nazionale  dei Giovani Imprenditori), Maurizio Mangialardi (Sindaco di Senigallia) e Massimiliano Santini (Direttore della Cna Provinciale di Ancona).

Gli ospiti hanno evidenziato il ruolo fondamentale dei giovani nella società ed in particolare il grande contributo dei giovani imprenditori allo sviluppo dell’economia.

La creatività, l’entusiasmo e lo spirito di collaborazione che li contraddistingue, consente loro  di superare gli ostacoli del contesto economico attuale e di progettare attività utili allo sviluppo del paese.

Ruolo della CNA, ed in particolar modo del Comitato Giovani Imprenditori, è secondo Leonardo Mezzabotta (Presidente del Comitato Giovani Imprenditori),supportare i giovani imprenditori e coloro che lo vorranno diventare, organizzando corsi di formazione specifici e fornendo loro tutte le informazioni utili alla partecipazione di progetti di sviluppo previsti anche dalla comunità europea.

Gli incontri formativi, denominati “Aperitivo Con” hanno proprio questa finalità e questo 3° appuntamento ha dimostrato, il grande interesse per l’argomento  della serata.

Il tema della comunicazione, affrontato anche nei precedenti appuntamenti, sotto vari punti di vista, verrà approfondito anche nell’ultima serata della serie, prevista per il 27 ottobre prossimo.

In quell’occasione scopriremo come si comunica “Con il futuro” ed avremo il piacere di rincontrare gli imprenditori che ci hanno seguito fin dal 1° appuntamento e tutti coloro che  si aggiungeranno al gruppo.

Anche nel prossimo appuntamento la serata terminerà, come sempre, con un aperitivo che ci consentirà di trascorrere una splendida serata insieme.La Cna ringrazia  i numerosi sponsor, provenienti da tutta la provincia hanno deciso di contribuire alla realizzazione della serata: CHEMICAL srl, CAFFESPRESSO Snc, CARROZZERIA LA NUOVA, PASTICCERIA LOTT, AZIENDA AGRICOLA SABBIONARE, TIPOLITO ILARI snc, GLOBAL INVEST, EXPO MARCHE.

 

Santini (CNA): “Migliaia di giovani non studiano e non lavorano, necessario evidenziare le eccellenze della nostra imprenditorialità”

UNA GENERAZIONE PERDUTA, MA L’ERBA VERDA ANCORA C’E’

Al via la VII edizione del Progetto Imprese Eccellenti, a caccia di innovazione per trasferire le buone prassi”

 

 

ANCONA. Stordiscono i dati Istat: sono quasi 47mila i marchigiani under 29 che non studiano e non lavorano. Si concentrano soprattutto nelle province di Ancona (13.060) e Macerata (12.477), seguono Pesaro, Ascoli e Fermo.

Ancora più significativo il fatto che oltre la metà non cerca nemmeno di trovare una soluzione, perché scoraggiata dallo stato di crisi. “Un fenomeno sociale molto grave – commenta il direttore provinciale Cna, Massimiliano Santini – perché si rischia di escludere dal mondo del lavoro marchigiano un’intera generazione di giovani, con pesanti ripercussioni sulla tenuta del nostro sistema sociale. Auspichiamo a questo punto che il protocollo d’intesa firmato tra associazioni di categoria e Regione riesca ad attuare quanto previsto dal progetto europeo Garanzia Giovani creando un concreto punto di incontro tra domanda ed offerta di lavoro e incentivando l’inserimento di questi giovani nelle aziende marchigiane”.

Intanto, dal canto suo, la Cna, attraverso il progetto Imprese Eccellenti, cerca di mettere in luce i fattori di successo delle imprese, al fine di trasferire buone prassi che possano essere di esempio per altre realtà imprenditoriali. “Cerchiamo di rimettere in moto quel buono che si può rimettere in moto – spiega Santini – dandogli tutta l’importanza che merita e così facendo è probabile che si riesca anche ad immettere una nuova dose di fiducia nel mondo del lavoro, che aiuti anche i cosiddetti “Neet” under 29 che non studiano e non lavorano. Di erba verde ne abbiamo ancora tanta. Vogliamo mostrarla al fine di dare vita a nuovi germogli”.

Individuare i casi di successo imprenditoriale e metterli in evidenza al fine di trasferire le buone prassi ad altre aziende che potrebbero trarne giovamento. Questo è appunto lo scopo con cui ogni anno la Cna promuove l’iniziativa “Le Marche Eccellenti”, con un occhio ben puntato sull’innovazione.

Grazie anche al sostegno della Camera di Commercio di Ancona, Imprese Eccellenti è giunto alla VII edizione, che si è aperta proprio in questi giorni.

Le fasi: inizialmente le imprese possono partecipare alla fase “Easy”, totalmente gratuita, che prevede una prima valutazione delle performance aziendali; successivamente i casi che risulteranno di successo potranno partecipare alla selezione per essere inseriti nel Repertorio delle Imprese Eccellenti delle Marche 2014, partecipando all’evento finale pubblico di premiazione.

Gli imprenditori che desiderano misurare lo stato di salute della propria azienda possono sin da ora provare “Easy”, uno strumento facile e gratuito, di immediata compilazione, che analizza 10 indicatori di prestazione fondamentali per una corretta strategia aziendale e li confronta con oltre 4000 aziende del territorio italiano al fine di fornire un immediato checkup aziendale, mettere in evidenza il posizionamento dell’azienda rispetto alle altre aziende analizzate, individuare i punti di forza e di debolezza dell’azienda.

Per compilare il questionario Easy è sufficiente accedere a www.an.cna.it e seguire le indicazioni fornite nell’apposito post.

La fase Easy terminerà entro agosto prossimo. Successivamente gli imprenditori potranno approfondire, sempre gratuitamente, l’analisi della propria azienda e partecipare alla VII edizione del Repertorio Regionale Imprese Eccellenti, un’occasione di confronto e di riconoscimento per le imprese innovative delle Marche.

Le imprese che saranno inserite nel catalogo delle “Imprese Eccellenti 2014″ saranno premiate nel corso di un evento finale pubblico.

 

ASSOCIATI