NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 78

7 settembre 2011

Dalla Regione Marche:

 

Le domande possono essere presentate dal 1 settembre al 14 ottobre 2011

 

ARTIGIANATO ARTISTICO – BANDI PER LE AGEVOLAZIONI E MANIFESTAZIONI PROMOZIONALI

Sono stati pubblicati sul  Bollettino ufficiale della Regione Marche n. 75 del primo settembre i bandi per la concessione dei contributi a favore delle imprese appartenenti al settore dell’artigianato artistico tipico e tradizionale. Un sostegno finanziario che si va ad aggiungere alle iniziative promozionali in corso, organizzate dalla Regione e dalle associazioni di categoria assieme a diversi comuni marchigiani, che all’interno dei vari cartelloni estivi, hanno inserito esposizioni delle migliori creazioni dell’artigianato artistico locale.  Ne dà notizia Sara Giannini, assessore all’Artigianato, “gli interventi – sottolinea l’Assessore – proseguono nella linea intrapresa dall’assessorato per le Attività produttive per la tutela dell’artigianato artistico. L’obiettivo è favorire l’ulteriore valorizzazione e promozione del settore, come stiamo facendo con il programma di manifestazioni estive, iniziato a Gradara, che ha poi interessato Macerata e che in questi giorni è in programmazione ad Offida, nell’ambito della manifestazione “Di vino in vino”. Una serie di iniziative che non poteva non toccare Ancona, in occasione degli eventi organizzati per il 25° Congresso eucaristico nazionale, in corso questi giorni nel capoluogo. Qui infatti Confartigianato e Cna organizzano una mostra di creazioni artistiche, ospitata in uno stand alla Fiera della Pesca. Mentre presso la Mole Vanvitelliana viene allestito un vero e proprio concorso tra orafi, dove l’opera che risulterà prima classificata verrà donata al Santo Padre, papa Benedetto XVI, la seconda al cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana e la terza all’arcivescovo di Ancona-Osimo monsignor Edoardo Menichelli, presidente del comitato organizzatore del 25° Congresso eucaristico nazionale di Ancona”. Gli interventi previsti dai bandi in uscita hanno l’obiettivo di rafforzare le imprese sostenendo gli investimenti effettuati e/o da effettuare per la ristrutturazione dei laboratori, l’acquisto di macchinari, attrezzature e brevetti nonché per le spese di commercializzazione dei prodotti. Una misura specifica è stata destinata al sostegno della nuova imprenditorialità del settore. La richiesta di ammissione all’agevolazione dovrà essere presentata in forma telematica secondo la procedura disponibile all’indirizzo internet   www.impresa.marche.it . Le domande potranno essere presentate dal 1° settembre al 14 ottobre 2011

Dalle  Cna provinciali:

LA CNA DI ASCOLI PICENO NEL GUINNES DEI PRIMATI

 

 

OFFIDA. Con 322 vasi d’argilla realizzati in 3 ore la Cna di Ascoli Piceno scrive il suo nome nell’albo d’oro del World Guinnes Record con “Il Sentiero dei Vasai”. L’impresa è stata realizzata sabato 3 settembre a Offida. I vasi, realizzati sul momento al tornio dai maestri artigiani Alessandro Lisa e Anna Maria Bozzi, sono stati posizionati lungo un percorso di circa un chilometro, fra le vie del centro storico offidano. La performance degli artigiani Cna, che partecipavano alla tre giorni di “Di vino in vino” per promuovere il Marchio di Eccellenza Artigiana della Regione Marche, è stata seguita con stupore e ammirazione da migliaia di persone che affollavano il centro di Offida. I vasi, dopo la documentazione del record che sarà registrato a Londra, sono rimasti a disposizione del pubblico: per essere ammirati e anche per essere presi come singolari sounvenir di una giornata dedicata al saper fare artigiano. Numerosi i visitatori anche della mostra  “D’Arte e di Strada” he gli aritigani del settore artistico della Cna hanno allestito al chiostro della chiesa di Sant’Agostino. “Una lunga preparazione per tutta la struttura e per i tanti artigiani associati che hanno partecipato all’iniziativa – commenta Barbara Tomassini, presidente di Cna Artistico e tradizionale di Ascoli Piceno – ripagata da un evento che ha coinvolto tutti e riteniamo abbia contribuito a promuovere l’eccellenza dell’artigianato piceno in sinerigia con il comune di Offida e grazie all’intervento della Regione con il suo progetto di Marchio dell’Eccellenza Artigiana”. L’evento organizzato dalla Regione Marche (MEA – Asssessorato alle Attività Produttive), dal Comune di Offida e dalla Cna di Ascoli Piceno, si è concluso domenica sera con una performance degli artisti di strada della “Compagnia dei Folli”.

 GLI ARTIGIANI IN CAMPO

Giorgio Aguzzi (orafo – Pesaro), Pietro Angelini (orafo – Ascoli Piceno), Patrizia Bartolomei (porcellana – Ascoli Piceno), Mobilificio Binni (mobilieri – Monsampolo del Tronto), Anna Maria Bozzi (vasaia), Coccia e Oddi (orafi – Monteprandone), Luciano Costantini (mobiliere – Centobuchi), Bruna di Massimo Simonetti (restauratrice – Sant’Egidio alla Vibrata), Luciana Emili (stilista – San Benedetto del Tronto), Andrea Fusco (ceramista – Ascoli Piceno), Anna Maria Gandini (ceramista – Ascoli Piceno), Daniele Gaudenzi (orafo – Pesaro), Paolo Lazzarotti (ceramista – Ascoli Piceno), Alessandro Lisa (vasaio – Monteprandone), Il Mobile di Ripani e Massacci (mobilieri – Comunanza), Iolanda Ottavi (merletto gioiello – Offida), Barbara Petrelli (ceramista – Monteprandone), Ricci cornici (cornici – Ascoli Piceno), Augusta Schinchirimini (ceramista – San Benedetto del Tronto), Silvia Simonetti (ceramista – Castignano), Antonio Tomaselli (orafo – Ascoli Piceno), Barbara Tomassini (ceramista – Folignano), Monia Vallesi (ceramista – Ascoli Piceno).

 

CNA PROVINCIALE DI FERMO: “ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO ARTISTICO IL MOTORE DEL TURISMO.

SETTORI IN CUI SONO NECESSARI MAGGIORI CONTROLLI.”

FERMO. La Cna Provinciale di Fermo ha accolto con interesse le scelte strategiche che hanno portato all’elaborazione del Bilancio Previsionale 2011 della Regione Marche, in particolare quelle che hanno riservato maggiori risorse per i settori della green economy, del turismo e della cultura.

Abbiamo condiviso quanto ci veniva prospettato in termini di superamento di una logica settoriale – dichiara il coordinatore provinciale Alessandro Migliore – a vantaggio di una nuova impostazione, focalizzata su un modello che coniughi forte integrazione e coinvolgimento del complesso delle attività economiche marchigiane, con un unico obiettivo: la promozione dell’intero patrimonio del territorio e delle sue eccellenze, così da creare sviluppo, nuova imprenditoria ed occupazione”.

Lo sviluppo del territorio deve avere come base fondamentale il turismo, la cultura, l’artigianato artistico e l’enogastronomia. La CNA Provinciale di Fermo ritiene che ci sia bisogno di una nuova fase nella programmazione del settore culturale, motore dell’economia territoriale. Una fase che sia di confronto con i soggetti storici delle attività culturali, con l’insieme delle forze economiche e sociali della regione, e che possa basarsi sull’ottimo mix di cultura, territorio, storia e turismo.

La CNA Provinciale di Fermo  – riferisce il presidente dell’unione Artigianato Artistico, Michele Cognigni – intende sviluppare prodotti turistici, in sinergia con le strutture ricettive, produttori enogastronomici, ristoratori, musei locali ed altri operatori economici e culturali, che, avendo alla base le “botteghe” dell’eccellenza artigiana, promuovano il territorio ed attuino la strategia di “destagionalizzazione” che può recare un indubbio sollievo all’economia marchigiana”.

E’ importante realizzare lo sviluppo di sinergie tra i produttori dell’artigianato e dell’enogastronomia locale da un lato e quelli dell’ospitalità turistica in coerenza con arte, storia e cultura dei luoghi dall’altro, promuovendo soggiorni e visite nelle aziende dell’artigianato ed ai produttori di alimenti tipici per osservare e vivere il saper fare tipico delle nostre aziende.

Altra leva dello slancio turistico è senza dubbio il settore enogastronomico.

E’ necessario puntare sulla valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici locali – afferma Samuele Pezzoli, presidente dell’unione Alimentare della CNA di Fermo –  perché le Marche e il Fermano vantano eccellenze culinarie uniche. Promuoveremo iniziative basate sulla sinergia tra la cultura della nostra popolazione, i prodotti tipici e la bellezza dei nostri paesaggi, al fine di incrementare lo sviluppo turistico”.

Un obiettivo da raggiungere grazie a buone strategie di valorizzazione del territorio e ad una adeguata programmazione delle attività.

La CNA Provinciale di Fermo chiede, dunque, maggiore controllo su: attività ristorative in termini di documentazione e autorizzazioni per l’erogazione dei servizi e qualità dei prodotti utilizzati; produzioni che si dicono artigianali ma che tali, nella realtà dei fatti, non risultano essere, con grave danno economico e di immagine delle attività di eccellenza.

ASSOCIATI