NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 70

12 giugno 2014

 

 

Dalla Cna Marche:

 

Si tratta di “Mood Market”, un progetto di Federmoda Cna Marche al quale potranno aderire le imprese del comparto. Al centro dell’iniziativa un portale ed azioni di e commerce per le aziende di abbigliamento e calzature della regione.

 

                           MARCHE, NASCE LA WEB COMMUNITY DELLA MODA

 

Le imprese marchigiane del sistema moda sono 7.523 di cui 4.804 del calzaturiero e 2.719 del tessile abbigliamento. Nei primi tre mesi del 2014 perse 87 aziende calzaturiere e 46 di abbigliamento.

 

Marche, parte “Mood Market”, un progetto della Cna per la creazione di una web community nel settore della moda. Al centro del progetto la costituzione di un portale al quale potranno aderire le imprese del comparto, che sarà possibile selezionare per settore, tipologia di prodotto e di lavorazione, livello di qualità, sistemi di vendita, struttura occupazionale e produttiva. Il portale, che sarà bilingue (italiano e inglese),  conterrà inoltre le normative di settore, i bandi per il finanziamento di iniziative di innovazione ed internazionalizzazione, fiere ed altri eventi promozionali, studi ed indagini sul sistema moda marchigiano. Al progetto di web community, Federmoda Cna delle Marche affiancherà anche incontri diretti tra imprenditori.

“Nella nostra regione” ha affermato il presidente Cna Marche Gino Sabatini “è ancora scarsa la presenza di businnes community virtuali, che sono invece strategiche per rilanciare il made in Italy e l’economia regionale. Recentemente però, gli imprenditori hanno cominciato a capire che in un mondo profondamente cambiato, le relazioni tra imprese sono diventate un fattore strategico per lo sviluppo di nuovo business per le loro imprese e di conseguenza per un loro possibile rilancio.”

Le imprese marchigiane del sistema moda sono 7.523 di cui 4.804 del calzaturiero e 2.719 del tessile abbigliamento. Si tratta di un settore in difficoltà, che nei soli primi tre mesi del 2014, ha perso 133 imprese di cui 87 calzaturiere e 46 di abbigliamento. Inoltre, le industrie tessili e dell’abbigliamento hanno avuto un calo della produzione, secondo l’ultima indagine Unioncamere, del 3,3 per cento e le aziende calzaturiere dell’1 per cento. Per fortuna ha tenuto l’export del sistema moda marchigiano, passato da 2,6 a 2,7 miliardi di euro.

“ La Web community e il nostro portale ‘Mood Market’,”ha dichiarato il presidente Federmoda Cna Marche Anna Maria Di Chiara “si pongono anche l’obiettivo di incrementare ulteriormente le esportazioni delle nostre imprese. Come?  Connettendo  le imprese del sistema moda marchigiano a potenziali nuovi clienti nel mondo, attraverso azioni di web marketing e di e-commerce, delle quali il portale sarà il trampolino di lancio.”

 

Dalle Cna provinciali:

 

MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE CNA

CONSEGNATI I PREMI IN DENARO AL VANVITELLI STRACCA ANGELINI

 

 

ANCONA. Consegnati dal direttore di Cna Service Srl Andrea Calcina alla professoressa Giuliana Giuliani, dell’istituto Vanvitelli Stracca Angelini di Ancona, coordinatrice del progetto vincente della IV edizione de “La Migliore Idea Imprenditoriale” indetto dalla Cna provinciale di Ancona, i premi per i ragazzi che hanno ideato la loro proposta di business: “Magia di Farina srl”, un panificio innovativo.

Al Vanvitelli è andato anche il premio  come scuola che ha ottenuto il maggior punteggio totale.

 

Un incontro presso la sede dell’associazione ad Ancona

COMMERCIO, CONTRIBUTI E BANDI ILLUSTRATI DALLA CNA

Riccardi (CNA): “La Regione Marche eroga un contributo del 15% sulle spese sostenute, ma servono più fondi per incentivare gli imprenditori ad investire e competere in un mercato sempre più compromesso da un calo di consumi e da una disoccupazione crescente”

 

ANCONA. Commercianti e ristoratori di Ancona si sono incontrati lunedì sera in Cna per conoscere i contributi messi a disposizione dalla Regione Marche.

“Il periodo che stiamo attraversando – spiega Andrea Riccardi, segretario della Cna di Ancona – è molto difficile, ma dato che le imprese cercano di differenziarsi e di competere nel mercato, è indispensabile fare il possibile per agevolarle e organizzare momenti di confronto. Durante l’incontro sono state poste molte domande da parte degli imprenditori sull’entità dei finanziamenti, i criteri di valutazione, i tempi in cui presentare la documentazione necessaria per accedere ai contributi”.

L’appuntamento promosso da Cna e Fidimpresa Marche è servito proprio a spiegare le opportunità legate al credito e a mettere a confronto le singole esperienze.

I bandi della Regione in materia attualmente due: uno con scadenza il 30 giugno e uno con termine 31 luglio 2014.

Gli interventi del primo bando sono destinati a tutte le imprese del commercio e pubblici esercizi ed hanno come oggetto spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2013 su attrezzature, arredi, ristrutturazione, manutenzione e ampliamento dei locali, mentre il bando che scade il 31 luglio è riservato alle imprese del commercio non alimentare presenti sul mercato da almeno 5 anni e prevede anche un contributo per l’acquisto di scorte.

“Durante l’incontro – aggiungono Alessandro Righi e Gabriele Bruzzesi di Fidimpresa – sono stati rassicurati i presenti che diffidavano sulla facilità di accesso a contributi pubblici. Dalle nostre esperienze possiamo infatti affermare che molti commercianti e titolari di pubblici esercizi di Ancona negli anni passati hanno usufruito di queste opportunità”.

La Cna di Ancona avanza alle Istituzioni la richiesta di aumentare i fondi, visto che nel primo bando sono stati stanziati solamente 650 mila euro, mentre per il secondo le risorse disponibili sono circa 390 mila euro; tuttavia, riconosce l’importanza di tali bandi, utili per rafforzare la struttura del tessuto economico locale e spingere gli imprenditori ad investire e confrontarsi con più forza verso un mercato compromesso da un crescente calo dei consumi e da un forte tasso di disoccupazione.

 

4° Festa dell’Artigiano: riconoscimenti per gli associati e raccolta fondi in favore di ANT.

TUTTI UNITI CONTRO IL NEMICO COMUNE: IL PESSIMISMO.

 

FERMO. Si è tenuta la scorsa domenica 8 giugno all’Hotel San Marco di Servigliano la 4° Festa dell’Artigiano della CNA di Fermo, che si svolge con il sostegno della Camera di Commercio e della Carifermo spa. Una tradizione che si rinnova, quella proposta dall’associazione provinciale con l’obiettivo di far incontrare gli artigiani e passare una giornata insieme all’insegna dell’allegria, celebrando il lavoro artigiano del nostro territorio.

Dopo la tavola rotonda delle 11 sull’abusivismo nel settore benessere e sanità, alla presenza dei vertici associativi (presenti, tra gli altri, Gino Sabatini, presidente CNA Marche, Giorgio Ligliani e Silvano Gattari, presidente e segreteria CNA Provinciale di Macerata) e delle autorità del territorio, tra cui i senatori Ceroni e Verducci, il consigliere regionale Ciriaci, l’assessore provinciale Vittori, il vicepresidente dell’ente camerale Coltrinari, il vice presidente della Carifermo spa Maurizio Virgili, il sindaco Franchellucci e l’assessore Leoni di Porto Sant’Elpidio, il vicesindaco di Servigliano Marinozzi, che ha visto la partecipazione del presidente provinciale Paolo Silenzi e del presidente regionale e provinciale di CNA Benessere e Sanità Perlita Vallasciani, durante il pranzo si è passati alla consegna dei riconoscimenti per gli artigiani associati.

Targhe ricordo “Una vita con CNA” per gli artigiani da più tempo in associazione: Laura Buccolini (Montappone, estetista, associata dal 1993); Fausto Onori (Altidona, lavori pirotecnici, associato dal 1990); Romano Giacomozzi (Porto Sant’Elpidio, odontotecnico, associato dal 1988); Giancarlo Petracci (Fermo, termoidraulica, associato dal 1999). “Benvenuto in CNA”, invece, per l’associato più giovane: Andrea Tiburzi, classe 1989, a Monte Vidon Corrado, applica accessori pronto moda. Ad Arianna Pangrazi di Monte Urano, artigiana del settore pelletteria, la targa “Impresa Rosa CNA”.

Inoltre, durante la Festa dell’Artigiano è stata effettuata una raccolta fondi in favore della Fondazione ANT Italia Onlus, grazie alla collaborazione della sezione di Porto Sant’Elpidio, coordinata da Federico Costantini, intervenuto alla manifestazione.

 

AL VIA I CORSI DELLA CNA SU: INNOVAZIONE,

RETI D’IMPRESA, INTERNAZIONALIZZAZIONE

 

ASCOLI PICENO. In un periodo particolarmente delicato, ma anche ricco di opportunità, per le imprese nel sostenere le variabilità del mercato, è essenziale puntare sull’innovazione e approfondire temi strategici quali le start-up e l’Internazionalizzazione.  “Per questo motivo – precisa Francesco Balloni, direttore della Cna Picena –  e per rafforzare il percorso di sostegno e vicinanza alle aziende associate, la Cna di Ascoli Piceno organizza 3 laboratori formativi su: Innovazione, Start-up, Internazionalizzazione e Reti d’Impresa”.

Ognuno dei corsi avrà la durata di 2 giorni con orario continuato dalle 9 alle 17. Il percorso è rivolto agli artigiani, ai loro figli e a tutti i giovani. Le  lezioni si terranno ad Ascoli nelle aule della Scuola di Agraria, dal  7 al 12 luglio. I percorsi formativi saranno improntati sulla praticità e sulla risoluzione di casi concreti e non solo sugli aspetti teorici dei vari argomenti trattati. Alla fine di ogni laboratorio sarà consegnato un attestato di partecipazione. E alla chiusura di tutti i corsi, un consulente, a richiesta, sarà disponibile a recarsi, gratuitamente, presso le vostre Aziende per un’analisi della situazione dell’Impresa.

Per ogni laboratorio sono previsti un massimo di 25 partecipanti. E sarà possibile iscriversi a un singolo o a tutti e tre i laboratori formativi. La partecipazione prevede il pagamento di una quota di adesione di  125 Euro per ogni laboratorio.  Gli interessati a partecipare ai corsi, possono avere ulteriori informazione negli uffici della Cna di Ascoli Piceno, viale Indipendenza 42, telefono: 0736.42176 – e.mail: ascoli@cnapicena.it.

 

 

 

 

ASSOCIATI