NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 7

Notizie dal territorio 07   26 gennaio 2017

 

DALLA CNA NAZIONALE:

 

OLTRE 26 MILIONI DI ITALIANI COMPRANO ONLINE. CNA: “CONTINUA IL NOSTRO IMPEGNO PER DIGITALIZZARE LE PMI”

 

Sugli oltre 30 milioni di italiani che ogni giorno navigano su internet per più di 50 minuti, ben l’87% ha effettuato almeno un acquisto online. E’ quanto emerge dalla ricerca condotta da Nielsen su un campione di oltre 13.000 persone provenienti da 24 paesi diversi. I consumatori italiani risultano ancora lontani dai principali acquirenti online (Nord Europa), ma sono in costante crescita. “Questi dati – dichiara CNA – confermano che il web sta ridisegnando il concetto stesso di acquisti e le sue diverse declinazioni. Le imprese italiane, anche le più piccole, stanno apprendendo ad esser presenti online e a vendere le proprie produzioni anche attraverso tale canale”.

“E’ per questo  – conclude CNA – che continua il nostro impegno a diffondere e stimolare una sempre più capillare digitalizzazione delle imprese. Negli ultimi 18 mesi abbiamo organizzato corsi di alfabetizzazione informatica, oltre 50 eventi su tutto il territorio nazionale con più di 3000 BtoB tra imprese tradizionali e digitali, stretto alleanze con i più importanti player mondiali (da Amazon a Google) grazie al progetto Digitaly che ha raggiunto una platea di migliaia di imprese su tutto il territorio”.

“Il nostro auspicio – conclude CNA – è che le imprese manifatturiere italiane, come quelle di servizi, riescano ad esser sempre più attrattive e competitive grazie al web e ai nuovi strumenti, e che riescano ad aumentare le loro quote di vendita, soprattutto all’estero”.

CNA: “TARI, TROPPI COMUNI DISATTENDONO LE NORME NAZIONALI SULLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. IL MINISTERO DELL’AMBIENTE EMANI IL DECRETO ATTESO DA ANNI PER EVITARE CHE LE IMPRESE PAGHINO ILLEGITTIMAMENTE MIGLIAIA DI EURO”

“La Tari è l’emblema di un Paese a macchia di leopardo, che procede tra norme nazionali disattese da parte dei comuni e richieste illegittime a molte imprese, anche per migliaia di euro, da parte degli stessi comuni. Una situazione che potrebbe essere risolta con l’emanazione del decreto, previsto dal Codice ambientale e atteso da molti anni, che determina i criteri per l’assimilazione dei rifiuti delle imprese a quelli delle famiglie. In assenza di tale decreto, i comuni hanno fatto un utilizzo improprio del principio di assimilazione, riportando quanto più possibile dentro la gestione pubblica i rifiuti speciali prodotti dalle imprese e, conseguentemente, applicando a questi la Tari. Per porre termine a tale stato di disagio, la CNA chiede che il ministero dell’Ambiente, con l’emanazione del decreto di assimilazione, faccia finalmente chiarezza, favorendo una uniformità di comportamento sul territorio, rispettando i limiti quali-quantitativi all’assimilazione previsti dalla disciplina ambientale e, soprattutto, riconoscendo alle imprese il principio fondamentale di libertà nella scelta del metodo di smaltimento dei rifiuti, a salvaguardia dell’ambiente e delle stesse imprese”. Lo si legge in un comunicato della CNA diffuso al termine dell’incontro tenuto oggi al ministero dell’Ambiente sulla Tari per le imprese.

 

Dalle Cna Territoriali:

 

MAROTTA-MONDOLFO, CNA E TECNICI SULLA DELIBERA COMUNALE SUL PIANO CASA: “FINALMENTE POTRÀ RIPARTIRE L’ECONOMIA DELLA CITTÀ

MAROTTA (PU) – La CNA di Marotta e il Coordinamento dei tecnici professionisti di Marotta-Mondolfo, esprimono soddisfazione per l’approvazione in Consiglio comunale della delibera sul Paino Casa. Si tratta di un provvedimento che ha accolto istanze e suggerimenti sullo sviluppo di tutta l’area, approvando di fatto le osservazioni presentate dall’associazione e dal tavolo dei tecnici del territorio.

Se la precedente delibera del 2011 non prevedeva interventi per viale Carducci, zona litoranea, oggi – grazie a questa delibera – è consentito (nel pieno rispetto delle normative regionali), l’ampliamento e la messa a norma antisismica e di risparmio energetico delle abitazioni. Si tratta di lavori che potranno coinvolgere sia tecnici locali ma soprattutto centinaia di imprese dell’edilizia e dell’impiantistica del territorio.

“Grazie a questa delibera – afferma Fausto Baldarelli, responsabile della CNA di Marotta – si potranno sbloccare interventi relativi a ristrutturazioni, adeguamenti antisismici e di risparmio energetico per un importo medio di 40/50 mila euro. Subito si potranno attivare una cinquantina di pratiche per le quali tecnici e professionisti hanno già elaborato interventi”.

“Questo provvedimento – dice ancora Baldarelli – rappresenta non solo una importante boccata d’ossigeno per l’economia locale, ma l’occasione per adeguare abitazioni e negozi alle normative vigenti e rendere il panorama abitativo di tutta la zona più accogliente e più appetibile dal punto di vista turistico”.

Su questo argomento la CNA e il Coordinamento dei tecnici professionisti del territorio ha organizzato un incontro al quale sono invitati cittadini e imprese per GIOVEDI’ 9 febbraio alle ore 20.30 nella Sala Arcobaleno.

 

SOSTEGNO AL REDDITO PER I LAVORATORI AUTONOMI E DIPENDENTI COLPITI DAL SISMA: IN CNA LA MODULISTICA E TUTTE LE INFORMAZIONI

PER OTTENERE I BENEFICI PREVISTI DALLA LEGGE

 

ASCOLI PICENO. E’ ufficiale la comunicazione della Regione relativa alla modulistica per la richiesta di sostegno al reddito dei lavoratori dipendenti ed autonomi, colpiti dal sisma.

“Come Cna – spiega Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli Piceno – siamo attivi con i nostri uffici di Ascoli e San Benedetto. Abbiamo inoltre messo a disposizione sul nostro sito www.cnapicena.it la modulistica necessaria per le varie domande, dal sostegno al reddito alla ricostruzione, e per gli approfondimenti che si rendessero necessarie riguardo le disposizioni che vengo di volta in volta emanate”.

La Cna di Ascoli informa inoltre che, al fine di consentire la più ampia tutela in favore delle imprese e dei lavoratori colpiti dagli eventi sismici, Governo e Regione hanno stabilito che la presentazione delle domande per i benefici è consentita anche successivamente al 31 dicembre 2016, purché la prestazione si riferisca al periodo dal 24 agosto 2016 al 31 dicembre 2016. E ancora. La nuova disposizione è estesa anche ai lavoratori del settore privato, compreso quello agricolo, impossibilitati a prestare attività lavorativa, in tutto o in parte, a seguito del sisma, in favore dei dipendenti delle imprese operanti in uno dei comuni colpiti. Nonché dei lavoratori impossibilitati a recarsi al lavoro perché impegnati nella cura dei familiari con loro conviventi, per infortunio o malattia conseguenti all’evento sismico.

Si precisa che per quanto riguarda le società, il contributo è previsto solo per il legale rappresentante e non per tutti i soci.

 

PERLITA VALLASCIANI: MONDO DEL BENESSERE VITTIMA DI IMPROVVISAZIONE. LA COLLABORAZIONE TRA PROFESSIONISTI UNICA VIA PER ARGINARE FENOMENO. IL 30 GENNAIO SEMINARIO DI PODOLOGIA

PER OPERATORI DEL SETTORE ESTETICA.

 

FERMO. Sempre maggiore attenzione al paziente/cliente: è con questo obiettivo che l’unione Benessere e Sanità della CNA Provinciale di Fermo e il Centro Podologico per la cura del Piede di Piane di Montegiorgio hanno lavorato per organizzare il seminario di podologia rivolto agli operatori del settore estetica e in programma per lunedì 30 gennaio, dalle ore 15, al Centro Medico San Paolo (Montegiorgio).

Una proposta arrivata dalla dottoressa Enrica Pagliari – riferisce Perlita Vallasciani, Presidente Provinciale e Regionale di CNA Benessere e Sanità che come associazione abbiamo accolto con favore e sostenuto. Il mondo del benessere è vittima di una grande improvvisazione, la cooperazione tra professionisti è la via per stringere all’angolo chi non dedica assolutamente attenzione all’individuo ma solo al proprio business. Inoltre, in un momento in cui si spinge per il riconoscimento dell’“estetica sociale” è fondamentale saper riuscire in un approccio più preciso e competente verso il paziente/cliente”.

Nel seminario di lunedì prossimo verrà affrontato   il tema della podologia: “Il piede è una parte del corpo che funge da specchio della salute – afferma Vallasciani in grado di fornire segnali fondamentali per la prevenzione. L’estetista che esegue una pedicure a fini estetici può trovarsi di fronte a casi complicati che non può affrontare in totale autonomia: per tradurre la cura estetica in vera prevenzione sono necessarie alta formazione e competenza. La collaborazione con figure specialistiche adeguate è importante per ottimizzare lo stato di salute e benessere delle persone”.

I principali temi trattati nel seminario saranno le malattie sistemiche che mettono a rischio il piede, le patologie dell’unghia, calli e verruche, le infezioni e i rischi nel trattamento di callosità infette.

Oltre a Perlita Vallasciani, relatori del seminario saranno: Enrica Alessandra Pagliari, dottore in podologia e responsabile centro clinico per la cura delle patologie del piede presso Villa dei Pini e il Centro Medico San Paolo di Montegiorgio; Diego Pagliari, dottore in podologia, podologo; Pierluigi Giansante, medico chirurgo specialista in ortopedia.

Info e iscrizioni: CNA Prov.le Fermo, resp. Francesco Polini 0734/992746 – 600288 polini@cnafermo.it.

 

 

 

 

ASSOCIATI