NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 66

3 giugno 2014

 

Dalla Cna nazionale:

 

BANKITALIA. VACCARINO (CNA): “APPREZZIAMO IL RICONOSCIMENTO

AL RUOLO DELLE PMI E CONFIDIAMO CHE MIGLIORINO

DAVVERO LE CONDIZIONI DEL CREDITO”

 

“Apprezziamo il riconoscimento al ruolo delle piccole e medie imprese nel sistema Italia sottolineato in più passaggi dal governatore Visco nelle Considerazioni finali. Confidiamo, inoltre, che l’impegno a migliorare la liquidità delle banche possa effettivamente tradursi in un miglioramento delle condizioni del credito alle Pmi, che continuano a scontare un difficile rapporto con il sistema bancario”. Lo dichiara Daniele Vaccarino, Presidente nazionale della CNA commentando le Considerazioni finali del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.

 

 

Dalle Cna provinciali:

 

Grande successo per il secondo “stage” formativo organizzato da CNA Alimentare e FormArt Marche all’Alberghiero

PIZZA CHE PASSIONE, AL CORSO CNA

“SFORNATI” 20 NUOVI ASPIRANTI PIZZAIOLI

 

PESARO – Si è chiuso con successo il secondo corso per pizzaioli organizzato dalla CNA e dal Form.Art Marche. Altri 20 promettenti pizzaioli hanno ottenuto l’attestato di partecipazione  rilasciato da FORMART e CNA di Pesaro al termine del corso della durata di 30 ore che li ha addestrati nella preparazione delle varie tipologie di pizza non trascurando nulla nei processi della lavorazione: dall’impasto alla lievitazione; dalla scelta degli ingredienti alla cottura, fino al tipo di farcitura. Insomma ogni segreto per sfornare un prodotto di alta qualità.“E’ stato un altro successo, a dimostrazione che questo tipo di corsi incontrano non solo i favori e i gusti del pubblico, ma perché offrono reali opportunità di lavoro. Ed infatti per qualcuno – dice la responsabile di CNA Alimentare, Luciana Nataloni – è diventata negli anni una vera e propria passione; per altri invece un lavoro. Anche in questi anni di crisi, che hanno visto la chiusura di tante imprese nei settori più tradizionali, le pizzerie non solo hanno continuato a lavorare, ma sono anzi aumentate di numero creando nuovi posti di lavoro”. Le attività di lavorazione (sia al taglio che al piatto), si sono negli anni specializzate. Pizze integrali, biologiche, prodotte con materie prime del territorio, lievito madre. Insomma pizze sempre più gustose, sane e fragranti. Al termine del corso che si è svolto all’Istituto Alberghiero Santa Marta con  anche una lezione alla “Italforni” di Pesaro,tenuto dal bravissimo Roberto Mazza della Pizzeria Roby di Pesaro,  sono stati “promossi” i seguenti pizzaioli: Michele Ghiandoni; Roberto Della Santina; Francesca Romani; Marco Biagini; Alessandro Cassiani; Ales Rugoletti; Alan Eusebi; Youssef Elie Arfaoui (Pesaro); Gianfranca Gambini; Luigi Palmas; Monia De Angeli; Alberto Paolinelli; Marziana Cesaroni; Oriano Mastrogiacomi; Tatiana Koeva Ilieva; Lilia Kotoman (Fano); Morris Fucili (Calcinelli di Saltara); Luciano Spaghetti (Marotta-Mondolfo); Massimo Marinelli (Sant’Angelo in Vado); Mirko Alessandrini (Piagge).Un altro corso per piazzaioli è in fase di organizzazione per ottobre 2014. Per informazioni e iscrizioni:  Gabriele Storini: 0721 426151 –  348-7009516 Laura Pucci 0721 426122.

 

LA CNA FA RIVIVERE LA VALLE “PERDUTA” DEL JEANS MADE NEL PICENO

Sta per essere costituita una rete di imprese piccole e medie del territorio in grado di coprire tutta la filiera produttiva di questi capi.

 

ASCOLI PICENO. “The lost denim valley”. Non è il titolo di un film ma l’azione che ha messo in campo la Cna di Ascoli Piceno, attraverso il suo gruppo di lavoro della Federmoda, per ripristinare una filiera del tessile e del manifatturiero che ha dato ricchezza e lustro al Piceno e alle province limitrofe. Il jeans e la maglieria, appunto.  “Come associazione di categoria – spiega Doriana Marini, presidente provinciale di Cna Federmoda – abbiamo fatto un ampio monitoraggio del territorio scoprendo che sono ancora attive, con le loro produzione e soprattutto con il loro saper fare, decine di piccole e medie imprese che negli anni ’70 e ’80 hanno reso famoso il nostro distretto del jeans. Ora i tempi sono cambiati e più che sulla quantità dobbiamo puntare sulla qualità, ma proprio per questo siamo fiduciosi in una rinascita di questa per ora purtroppo “lost” valle del denim”.

Primo atto di questa “rinascita” l’imminente costituzione di una rete d’imprese che conta già una decina di aziende. “Raccogliamo produttività – spiega Irene Cicchiello, funzionaria responsabile di Cna Federmoda di Ascoli – che vanno da trattamento e lavaggio del tessuto, alla sua colorazione con prodotti atossici, all’arricchimento con accessori di vario genere. Forti di questa sinergia le nostre imprese si potranno presentare sul mercato a pieno titolo. Anche perché, sempre in questa nostra indagine conoscitiva, abbiamo appurato che oltre il 50 per cento delle ditte italiane ritenute leader nel settore, proprio per la loro competenza e professionalità, sono fra la valle del Tronto e la vicina provincia di Teramo”.

“Ascoli e Teramo – precisa la presidente Doriana Marini – e anche altre realtà limitrofe per presentare un prodotto finito che però noi non offriremo con un marchio proprio ma solo a uso dei brend già esistenti che, a parte la produzione di massa de localizzata, cercano capi e soluzioni moda di eccellenza”.

Fra i partecipanti al progetto, oltre alla Dienpi di Doriana Marini, anche la Itaclab di Alfredo Cossiri e la Etl di Alessandro Giacomini

 

L’AGROALIMENTARE FA LE VALIGIE PER LONDRA

In occasione del congresso CNA Alimentare 2014, l’associazione delle PMI di settore organizza un incontro con operatori horeca operanti a Londra

 

ANCONA. La Cna Alimentare della provincia di Ancona, in occasione del congresso 2014, organizza un incontro di approfondimento sul mercato londinese con due operatori del settore horeca (hotel, ristoranti, catering). L’incontro “PMI destinazione Londra” si svolgerà presso la Cna Provinciale di Ancona in via Umani 1/A (zona Baraccola) martedì 3 giugno alle ore 18.30.

L’iniziativa ha lo scopo di conoscere il mercato dell’horeca della città inglese e capire le eventuali strategie per penetrarlo. Parteciperanno: Igor  Iacopini (titolare della società di import–export “Sibilla Foods Limited” e del ristorante marchigiano Rossodisera a Covent Garden) e Silvia Venturi (collaboratrice di “Sagraitalia”, società che si occupa di incoming e tour enogastronomici in Inghilterra).

L’incontro è rivolto a piccole imprese con prodotti di nicchia o artigianali che abbiano la volontà di  sondare il mercato inglese.

Al termine dell’incontro si svolgerà il congresso Cna Alimentare provinciale 2014.

Per info: Andrea Cantori – cell. 3483363017 –  email: acantori@an.cna.it

 

 

 

JESI, INCONTRO DI AGGIORNAMENTO SULLE IMPOSTE

SUGLI IMMOBILI PRODUTTIVI MERCOLEDI’ 4 GIUGNO

 

JESI. Il peso della tassazione locale sulle imprese: le proposte della CNA per abbattere il carico fiscale

 

Interviene: Marzio Sorrentino, Resp. Sindacale CNA prov.le Ancona

 

Imposta Imu e Tasi sugli immobili produttivi: come si calcola

Interviene: Francesca Spinsanti, Resp. Fiscale CNA prov.le Ancona

 

coordina: Alberto Possanzini, Presidente CNA Jesi

Mercoledi 4 giugno 2014 ore 17:30 – 20 CNA Jesi – viale Don Minzoni 5/C

 

 

ASSOCIATI