NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 62

4 OTTOBRE 2012

 

Dalla Cna nazionale:

 

LAVORO E IMPRESE, IL MINISTRO BARCA INCONTRA R.ETE IMPRESE ITALIA

 

Si è tenuto a Roma, presso gli uffici del Ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, un incontro con R.ETE. Imprese Italia, l’associazione composta da Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti. L’appuntamento rientra nell’ambito del confronto avviato nelle scorse settimane sulle iniziative rivolte alle imprese e al lavoro, da finanziare con la terza ed ultima riprogrammazione dei Fondi Strutturali per le Regioni Convergenza e il Programma Operativo Nazionale Trasporti (POIN). Durante il confronto, si è registrata un’ampia condivisione dell’impianto delle misure allo studio e dell’esigenza che le piccole imprese siano considerate centrali nelle politiche di rilancio del Mezzogiorno e nella programmazione dei Fondi 2014-2020.

 

Dalle Cna provinciali:

 

 

LA FESTA DELLA CNA PENSIONATI A SAN BENEDETTO DEL TRONTO

 

SAN BENEDETTO. Grande successo per la 7a edizione della Festa dei Pensionati della Cna delle Marche. L'evento è stato ospitato quest'anno dalla Cna di Ascoli Piceno e la giornata di incontri e approfondimenti sulle principali tematiche che riguardano gli anziani si sono tenuti nella cornice di San Benedetto del Tronto. La giornata si è aperta con l'appuntamento nella sala consiliare del Comune, dove le delegazioni di artigiani in pensione provenienti da tutte le Marche (più di 300 i partecipanti) sono state ricevute dall'assessore alla Cultura, Margherita Sorge. Subito dopo hanno preso la parola il presidente di Cna Pensionati di Ascoli, Ilario Persiani e il presidente della Provincia, Piero Celani. La giornata conviviale è proseguita con una visita guidata ai musei sanbenedettesi dedicati alla storia e alla cultura del mare, quindi il pranzo sociale allo chalet "Da Federico". Nel corso della Festa sono stati premiati due artigiani in pensione per il loro costante impegno in favore dell'Associazione con particolare riferimento alle problematiche della terza età. I premiati sono: Nedo Traini di San Benedetto e Arcangelo Curzi di Ascoli Piceno.

 

 

CNA ALIMENTARE, IN PARTENZA I CORSI BASE

E DI AGGIORNAMENTO PER ALIMENTARISTI

 

ANCONA. La Cna Alimentare, in collaborazione con la Cna Tecnoquality, organizza corsi di formazione sulle normative inerenti la Sicurezza Alimentare e Normative del settore (autocontrollo HACCP, rintracciabilità degli alimenti, etichettatura, etc.). Il corso si terrà alla Cna provinciale di Ancona nei giorni giovedì 18 ottobre e giovedì 25 ottobre e sarà l’ultimo corso del 2012 per le zone di Ancona e Zona sud.

Il corso sulla sicurezza alimentare, secondo la normativa nazionale e regionale, è obbligatorio per tutti coloro che hanno intenzione di intraprendere un’attività ove si svolgano: preparazione, trasformazione, fabbricazione, confezionamento, deposito, trasporto, distribuzione, manipolazione, vendita o fornitura, compresa la somministrazione di prodotti alimentari.

Il responsabile dell’esercizio, infatti, deve garantire che le attività sopra elencate avvengano in tutta sicurezza per la salute del consumatore finale.

Sempre secondo la normativa regionale, la durata del corso base è di almeno 10 ore.

Per tutti coloro, invece, che hanno già frequentato il corso, sempre secondo la delibera regionale, vi è l’obbligo di aggiornamento ogni tre anni.

La scadenza delle iscrizioni è fissata per mercoledì 17 ottobre. Per informazioni o prenotazioni contattare: Andrea Cantori (segretario della CNA Alimentare della Provincia di Ancona): 3483363017 – acantori@an.cna.it

 

 

BIANCANOTTE 6 OTTOBRE 2012, IL CONTRIBUTO DELLA CNA DI ANCONA

 

 ANCONA. Cna Ancona, nell’ambito della Biancanotte organizzata dal Comune di Ancona per sabato 6 ottobre, realizza una iniziativa autonoma con il gruppo “Arti e Mestieri del Centro Storico”.

“Si tratta – spiega Lucia Trenta segretaria della Cna di Ancona – di un gruppo di circa 50 tra negozi e laboratori artigiani del centro storico della città con il quale abbiamo già realizzato importati eventi negli scorsi mesi. L’ultimo in ordine di tempo il concorso “In particolare, Ancona” concorso a caccia dei particolari nascosti nei monumenti del centro, che ha riscosso grande successo”. 

“Il nostro intento – prosegue Lucia Trenta – è quello di rivitalizzare la parte più antica della città, portandoci gente ed offrendo loro occasioni di shopping di qualità.”

“L’iniziativa per la Bianca Notte va in questa direzione ed è denominata “Vetrina d’Artista”, in quanto propone un connubio tra le attività di commercio e di artigianato del centro storico con alcuni artisti, che esporranno le loro opere all’interno e nelle vetrine dei negozi, seguendo il tema della donna, scelto dal Comune per il concorso della migliore vetrina”.

I negozi che aderiscono all’iniziativa si trovano in corso Mazzini, in via degli Orefici e in piazza del Plebiscito e la loro visita in successione permette di realizzare un suggestivo percorso d’arte.

 

Nel dettaglio ecco i nomi dei negozi e degli artisti che esporranno:

Accessori TEK – Francesco Santosuosso

Erboristeria L’ERBOLARIO – Mimma Le onori

Gioielli ROSI – Walter Paoletti

Antiquariato COLLAGE – Nunzia Palumbo

Artigianato tessile LA CONGREGA  – Anna Maria Alessandrini

Abbigliamento MY CLOSET – Rodrigo Blanco

Stampe d’arte PAPIER – Paolo Monina

Cuoio ANDREA DAVID – Gaston

Giocattoli CITTA’ DEL SOLE – Cristina Messola

Oggetti orientali TAO – Lucia Lacopo

Pellicceria LUCILLA – Patrizia Calovini

Profumeria IGALEAZZI – Silvia Fiorentino.

 

Cna ringrazia gli artisti partecipanti, Stefania Giuliani di Librare per la realizzazione grafica del materiale promozionale e l’associazione culturale Puccini per la selezione degli artisti.

 

 

 

 

Nuovi adempimenti per chi fornisce e per chi vende di cornetti, dolci, pasta, pane e altri prodotti alimentari

BAR, RISTORANTI, ALIMENTARI, PARTE UNA RIVOLUZIONE

OGGI INCONTRO SUI CONTRATTI DI CESSIONE

 

PESARO – Cornetti e paste per il bar, tagliatelle fresche per il ristorante, pane per la trattoria ma anche negozi alimentari che acquistano farina, prodotti lavorati e prodotti agricoli. Sono tantissime le attività di ristorazione, somministrazione di bevande e alimenti, esercizi alimentari della provincia che – non producendo direttamente alcuni prodotti alimentari – sono soliti rifornirsi quotidianamente da laboratori artigianali di fiducia. Ma sono tante anche i laboratori artigianali e le attività agricole che invece lavorano, producono e raccolgono materie destinate a tali esercizi. Ebbene d’ora in poi, grazie al decreto liberalizzazioni approvato dal Governo, arriva l’obbligo di stipulare un contratto di cessione di prodotti agroalimentari tra chi produce e rifornisce e chi vende al pubblico. Un provvedimento che scatterà dal prossimo 24 di ottobre e che riguarderà anche i piccoli quantitativi. Rimangono invece fuori dal provvedimento le transazioni tra imprese  e privati. “Si tratta – commenta la CNA di Pesaro e Urbino – di una misura che rischia di complicare non poco la vita a tante piccole attività del settore agroalimentare e della ristorazione della provincia di Pesaro e Urbino (oltre 1.000 attività)”.

“Con l’obiettivo di garantire la trasparenza – dice Luciana Nataloni, responsabile provinciale di CNA Alimentare – si rischia infatti di creare una serie di grattacapi burocratici di non poco conto. Con l’applicazione del decreto sulle liberalizzazioni (laddove quest’ultimo introduce l’obbligo di stipulare un contratto nelle cessioni di prodotti agroalimentari, sia nel caso delle materie prime che dei prodotti finiti, fatta eccezione la vendita diretta al pubblico), si introduce un fardello di adempimenti burocratici che complica la vita a tutti. Per fortuna in questi mesi il Governo ha recepito una serie di osservazioni delle associazioni di categoria (CNA in testa) che ha suggerito alternative al contratto di cessione (documenti di trasporto o di consegna ovvero la fattura; ordini di acquisto; accordi quadro o contratti base; accordi interprofessionali)”.

 Nonostante le semplificazioni accolte rimangono pur tuttavia problemi. “ In base a questo provvedimento – dice Marco Galli, responsabile dei Servizi alle imprese della CNA – i pagamenti della merce deteriorabile (e quindi tutti i prodotti alimentari, ittici, agroalimentari), dovranno essere effettuati entro 30 giorni dalla consegna. Una misura che finirà per mettere in ulteriore difficoltà molte attività già alle prese con una crisi devastante”.

 Per chiarire tutte le nuove disposizioni, gli obblighi e le altre novità previste dell’art. 62 del D.L. del 24 gennaio che entrerà in vigore dal prossimo 24 ottobre, Giovedì 4 ottobre, nella Sala Riunioni della CNA di Pesaro in Via Mameli 90 al centro Direzionale Benelli, si terrà un incontro (il primo di una serie programmata in tutta Italia), che avrà inizio alle ore 16,30.

Interverranno: Gabriele Rotini, responsabile nazionale di Cna Unione Alimentare; la dottoressa Maria Pia Miani di Cna Interpreta e Francesca Petrini della Presidenza nazionale CNA.

 All’incontro sono invitate tutte le attività interessate.

 

ASSOCIATI