NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 50

17 LUGLIO 2012

 

Dalle Cna provinciali:

 

 

MACERATA, CONCLUSIONE CORSO CNA PER PIZZAIOLI

 

MACERATA. Si è concluso il corso di formazione base per pizzaioli organizzato dalla CNA di Macerata nell’ambito del progetto CreaImpresa 2012, in collaborazione con ArtePan che ha messo a disposizione laboratorio ed attrezzature. Il corso, al quale hanno partecipato otto aspiranti artigiani, pronti ad acquisire le competenze per la produzione di uno dei prodotti italiani per eccellenza ha avuto la durata di 40 ore, che sono risultate più che sufficienti per l’apprendimento basilare del mestiere. I corsisti, che si sono dichiarati molto soddisfatti – alla prova del gusto, infatti, la loro pizza è sembrata a tutti buonissima, si sono detti fiduciosi nel fatto che questa
opportunità possa cambiare e migliorare la loro posizione nel mercato
del lavoro. Molto soddisfatti anche Federica Carosi e Luciano Ramadori, della CNA di Macerata, che si sono occupati dell’organizzazione. Per Federica Carosi questa è esperienza che dovrà sicuramente ripetuta nei prossimi periodi, mentre Ramadori rilancia sugli altri due corsi del settore alimentare che partiranno dopo l’estate, orientati alla produzione di pasticceria di qualità. Ai corsisti neodiplomati i migliori auguri da parte di tutta la CNA.

 

 

CAMERINO, INCONTRO SU RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO.

 

CAMERINO. La CNA, Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, associazione provinciale di Macerata, ha organizzato per mercoledì 25 luglio prossimo, alle ore 21.00, un incontro per conoscere ed approfondire con gli imprenditori i nuovi contenuti previsti dalla recente riforma del mercato del lavoro. L’incontro, che si svolgerà presso la sede CNA di Torre del Parco, a Camerino, nei locali del centro direzionale ATLAS, sarà introdotto da Luciano Ramadori, Responsabile del dipartimento sviluppo economico della CNA, e vedrà l’intervento di Morena Guardiani, Consulente del lavoro del dipartimento servizi della CNA, e di Valter Recchia, Responsabile del dipartimento regionale contrattazione. I temi da affrontare verteranno, oltre che sulla riforma del mercato del lavoro, sull’apprendistato e sulla bilateralità degli strumenti di sostegno al reddito. L’intento della CNA è quello di contribuire a far maggior chiarezza nel “mare” delle nuove norme e ad offrire agli imprenditori un momento di studio su quelle che potrebbero essere opportunità da cogliere, a partire dai contributi per i contratti a termine, dall’estensione dei contributi per l’apprendistato, ai limiti per le partite IVA fino alla nuova normativa sui contratti a progetto. Le conclusioni saranno affidate a Maurizio Tritarelli, Presidente provinciale della CNA.

 

PORTO SANT’ELPIDIO, CONCLUSO IL CORSO CNA

PER IMPIANTISTI  ELETTRICI,

 

PORTO SANT’ELPIDIO. Si è svolto presso la sala polifunzionale di Villa Maroni, nel quartiere Corva a  Porto Sant'Elpidio, il corso organizzato dall'unione Impiantisti della CNA Provinciale di Fermo, tenuto dal perito industriale Aurelio Fichera.

Il programma del corso recepisce quanto espressamente indicato dalla Guida CEI 11-27, con riferimento alla formazione necessaria per coloro che eseguono lavori elettrici, ai fini del conferimento da parte del datore di lavoro della idonea qualifica.

Il corso ha riguardato le generalità sui lavori elettrici e le conoscenze che devono possedere le persone avvertite (PAV) ed esperte (PES) che eseguono lavori elettrici fuori tensione e in prossimità, sia in bassa sia in alta tensione: articoli delle principali disposizioni legislative inerenti i lavori elettrici (DLgs 81/08); il preposto ai lavori elettrici e il responsabile dell’impianto; cenni alla pericolosità della corrente elettrica e dell’arco elettrico; nozioni di pronto soccorso; definizione di lavoro elettrico e  tipi di lavori elettrici; lavori elettrici fuori tensione: messa in sicurezza dell’impianto in alta e in bassa tensione; discussione di esempi pratici di messa in sicurezza dell’impianto.

La seconda parte del corso era rivolta alle persone che devono conseguire l’idoneità per eseguire i lavori sotto tensione: misure di sicurezza nell’esecuzione dei lavori elettrici in prossimità, in alta e in bassa tensione; misure di sicurezza nei lavori elettrici sotto tensione (bassa tensione); dispositivi di protezione individuali; discussione di esempi pratici di lavori in prossimità e sotto tensione.

Al termine del corso i 21 partecipanti hanno effettuato un test, costituito da 15 quesiti, per la valutazione del grado di apprendimento; a tutti è stato rilasciato un attestato di partecipazione, valido ai fini dell’idoneità ad effettuare i lavori elettrici.

A portare il saluto ai partecipanti anche il presidente dell'unione Impiantisti di CNA Fermo, Gaetano Pieroni. 

ASSOCIATI