NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 42

20 GIUGNO 2012

 

Da Fidimpresa Marche:

 

 

FIDIMPRESA MARCHE, FIRMATA UNA CONVENZIONE CON MONTE DEI PASCHI

20   MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE ASSOCIATE

 

Fidimpresa Marche, Confidi unico della Cna, ha firmato un accordo con Monte dei Paschi di Siena. Tramite l’accordo sottoscritto, gli associati di Fidimpresa Marche potranno godere di concessioni creditizie volte a soddisfare le loro esigenze di finanziamento a breve – medio e lungo termine.

Banca Monte dei Paschi di Siena e Fidimpresa Marche hanno stipulato oggi la Convenzione in materia di garanzie collettive a favore della concessione di mezzi creditizi per il finanziamento delle attività degli associati, alla presenza di Fausto Mecatti,  Responsabile dell’Area Territoriale Umbria Marche di Banca Monte dei Paschi di Siena, e Alberto Barilari, Presidente e legale rappresentante di Fidimpresa.

Fidimpresa Marche – nata dalla sinergia tra le cooperative aderenti al sistema Cna delle province di Ascoli Piceno-Fermo, Macerata, Ancona, Pesaro e Urbino – è l'interlocutore di riferimento per le piccole – medie imprese e per le aziende artigiane del territorio nei confronti del sistema bancario regionale, in particolare per definire prodotti, servizi, condizioni, tassi e garanzie a favore delle proprie associate. Fidimpresa Marche ha 23 mila imprese associate e 800 milioni di euro di finanziamenti garantiti.

Con l’obiettivo di creare ottimali sinergie tra apparato bancario e sistema associativo – attraverso la garanzia prestata a fronte dell’erogazione del credito – Fidimpresa Marche e Banca Monte dei Paschi di Siena hanno siglato un accordo avente ad oggetto la concessione, da parte del Confidi, di garanzie a prima richiesta in favore di Banca MPS su fidi accordati agli associati.

Il plafond complessivamente messo a disposizione ha il valore di 20 milioni, e l’importo massimo finanziabile per ciascuna associata è di 1 milione  di euro.

La Convenzione, tacitamente rinnovabile di anno in anno, si articola su linee di credito a breve termine – per scoperto di conto, anticipi finanziari e commerciali, finanziamenti all’import – e a medio-lungo termine, in particolare per investimenti, liquidità, consolidamenti e scorte.

Tramite questo accordo, Banca Monte dei Paschi di Siena dimostra la propria volontà di assistere e supportare le necessità finanziarie degli attori economici locali che operano nel settore  dell’artigianato, dei servizi e delle professioni, e che costituiscono il peculiare tessuto socio – economico della regione Marche, portatrice di un modello si sviluppo virtuoso e peculiare.

Grazie al ruolo di garante delle imprese associate svolto da Fidimpresa, Banca Monte dei Paschi di Siena consolida la propria posizione di vicinanza e attenzione alle realtà territoriali delle piccole e medie imprese marchigiane. 

“L’accordo siglato con Fidimpresa Marche” secondo il Direttore Fausto Mecatti,  Responsabile dell’Area Territoriale Umbria Marche di Banca Monte dei Paschi di Siena “rappresenta la dimostrazione tangibile dell’impegno profuso da Monte dei Paschi di Siena per approssimarsi alle esigenze finanziarie delle piccole e medie imprese locali, assistendole giorno dopo giorno con operazioni di finanziamento dei loro investimenti, nell’ottica di un supporto concreto al modello di sviluppo marchigiano, che consideriamo particolarmente meritevole di fiducia e credito.”

Il Presidente di Fidimpresa Marche Alberto Barilari e il direttore Giancarlo Gagliardini hanno  dichiarato che  “l’accordo siglato con Monte dei Paschi è finalizzato a rilanciare il credito alle piccole imprese marchigiane, che nei primi quattro mesi del 2012 ha visto nella regione una contrazione dei prestiti di quasi il 6 per cento. I 20 milioni stanziati da MPS consentiranno di sostenere le nostre piccole e medie imprese associate in tutte le fasi del ciclo economico e aziendale, mettendo a disposizione dell’imprenditoria marchigiana maggiore liquidità, fortemente necessaria in una fase di crisi come quella attuale”.

 

 

Dalla Regione Marche:

 

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER L’ADEGUAMENTO DEL PARCO VEICOLI PER DIMINUIRNE LE EMISSIONI DI POLVERI SOTTILI

 

L’assessore regionale all’Ambiente Sandro Donati comunica che, nel sito web del Servizio Territorio Ambiente Energia, www.ambiente.marche.it linkando “Aria”, è stata pubblicata la bozza di una proposta di DGR riguardante la determinazione di criteri e  modalità per la concessione alle imprese di contributi per l’adeguamento del parco veicoli, al fine di diminuirne le emissioni di polveri sottili. Saranno graditi i suggerimenti e le osservazioni che gli interessati invieranno all’indirizzo email specificato nel sito; quelli che perverranno entro il 29 giugno p.v. saranno senz’altro presi in considerazione.

 

 

Dalle Cna provinciali:

 

DESTINAZIONE TURCHIA, SEMINARIO DI CNA EXPORT BOX

 

ANCONA. Nell’ambito del programma “Export Box”, Cna organizza un seminario formativo sulle opportunità di business offerte dal mercato turco alle piccole e medie imprese. Grazie alle politiche di risanamento e sviluppo economico avviate dal governo in accordo con il FMI, la Turchia mira a divenire il ponte economico tra Europa Occidentale e Medio Oriente. Nel corso dell’incontro verranno approfondite le novità legate all’interscambio Italia-Turchia a favore delle piccole e medie imprese.

L’appuntamento è per venerdì 22 giugno alle ore 20 presso la sede provinciale Cna ad Ancona.

Relazione introduttiva di Marzio Sorrentino, vice direttore provinciale Cna.

Alle 20.45 il forum Turchia: nuove opportunità di business per le pmi nel mercato turco, a cura di Nigel Marco Zanenga, flying delegate CBBM Italy-Foreign Network Unicredit Spa.

Alle 21.15 interventi liberi.

 Per info e adesioni: Katia Badaloni tel. 0731 239462

 

 

 

ARTIGIANATI, AL CENTRO PER L’IMPIEGO LE STORIE

DI GIOVANI IMPRENDITORI CHE CE L’HANNO FATTA

 Un viaggio attraverso le testimonianze di neo titolari d’azienda. Il progetto prevede anche incontri tra artigiani senior e giovani ed un incontro con il magistrato Piercamillo Davigo

 

PESARO – Dalle speranze degli studenti di alcuni istituti superiori di Pesaro in procinto di affacciarsi al mondo del lavoro alle testimonianze di chi, quotidianamente, si confronta con le difficoltà del fare impresa. Sullo sfondo le voci della rete, dai blog a Facebook a Twitter: materiali che compongono una fotografia i cui protagonisti sono i giovani imprenditori, titolari di attività della nostra provincia operanti nei settori più diversi, dall’alimentare al tessile alla comunicazione. Storie di artigiani del Duemila, che al “saper fare” del made in Italy aggiungono la capacità di innovazione, di guardare ai mercati esteri e di provare davvero a volgere in opportunità il momento complesso che stiamo vivendo. Si è inaugurata nei giorni scorsi, al centro per l’impiego di Pesaro, in via Luca della Robbia, la mostra multimediale di ArtigiaNati, progetto targato CNA che gode del sostegno di Provincia, Camera di Commercio di Pesaro e Urbino e Banca dell’Adriatico a sostegno dell’auto imprenditorialità e della cultura d’impresa indirizzata specificatamente ai giovani. La prima parte del progetto, che prevede in fasi successive incontri tra artigiani senior e giovani ed un confronto tra gli studenti delle scuole medie superiori e il magistrato Piercamillo Davigo sul tema del fare impresa e della legalità, è costituita da un percorso multimediale realizzato da Cristina Ortolani che è stato allestito proprio al Centro per l’impiego e che rimarrà in esposizione fino al 5 ottobre.   Il percorso Artigianati è costituito da un filmato, con brani delle interviste a studenti e imprenditori, e ventuno pannelli dove parole e immagini si integrano in un racconto imperniato sull’articolo 1 della nostra Costituzione. L’obiettivo è quello di offrire spunti di riflessione intorno ad alcune parole chiave, individuate tra le tante istanze presenti nella discussione sul tema giovani/lavoro: “merito”, “regole”, “creatività”, sono le più rilevanti, presenti anche nel sottotitolo dell’esposizione.“Parte integrante del percorso – spiega la curatrice Cristina Ortolani – sono poi alcuni pannelli dedicati al luogo che ospita l’iniziativa, l’ex Monastero di Santa Maria degli Angeli, dopo l’Unità d’Italia trasformato in istituto di detenzione, prima per adulti e nel 1947 per minorenni, dove dal gennaio scorso trova posto il Centro per l’Impiego della Provincia di Pesaro e Urbino. Un luogo significativo proprio per questa sua storia, al quale la città è particolarmente legata. Una curiosità: cuore ideale dell’esposizione sono le piastre in ceramica realizzate nel 1967 dal ceramista Corrado Giuliani, nelle quali sono raffigurate alcune attività artigianali che venivano insegnate nei laboratori attivati all’interno della prigione-scuola. Lo stesso Giuliani teneva corsi di ceramica: tra i suoi allievi, raccontava ai nipoti, anche un appena adolescente ma già temibile Renato Vallanzasca.All’inaugurazione erano presenti tra gli altri il vicepresidente nazionale della CNA, Giorgio Aguzzi; Massimo Grandicelli e Flavio Nucci in rappresentanza del Centro per l’impiego di Pesaro; Lucia Pierleoni, presidente Giovani Imprenditori CNA; Alberto Drudi, presidente della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino; Riccardo Corbelli, responsabile delle filiali provinciali della Banca dell’Adriatico.

 

ASSOCIATI