NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 35

22 MAGGIO 2012

 

Dalla Cna Marche:

 

L’evento si terrà venerdì 25 maggio alle ore 17 a Marina di Montemarciano (AN). Parteciperanno, tra gli altri il professor Pietro Alessandrini, l’assessore regionale Sara Giannini, Leonardo Nafissi direttore Fedart Fidi, Franco Di Colli dell’ABI Marche.

 

“TRA CRISI E CREDIT CRUNCH IL CALVARIO DELLE IMPRESE”,

CONVEGNO DI FIDIMPRESA MARCHE, IL CONFIDI UNICO DELLA CNA

 

Fallite nella regione 1.183 imprese in tre anni e 398 solo nel 2011. Grazie al fondo antiusura Fidimpresa ha “salvato” dagli strozzini dall’inizio della crisi 253 piccoli imprenditori garantendo 2,6 milioni di euro. 40 le pratiche anti usura del 2011 per 755 mila euro.

 

Hanno portato i libri in tribunale e si sono arresi alla crisi. Dall’inizio del 2009 alla fine del 2011 sono stati 1.183 gli imprenditori marchigiani che hanno dichiarato fallimento, di cui 398 solo lo scorso anno. In Italia le procedure fallimentari sono state 32.379 di cui 11.707 nel 2001.  Edilizia, commercio, impianti,  trasporti, moda  e meccanica  i settori più colpiti. Sono le vittime di una situazione economica sempre più pesante. Tra clienti che non pagano e banche che chiudono i rubinetti del credito, chi non vuole fallire, è costretto a indebitarsi e spesso cade nelle mani degli usurai.

In questi anni, a frenare le conseguenze del “credit crunch”  ed a difendere gli imprenditori dagli usurai, ci hanno pensato i Confidi artigiani. Fidimpresa Marche, il Confidi unico della Cna,  dall’inizio della crisi ha garantito l’accesso al fondo antiusura a 253 piccoli imprenditori per un totale di 2,6 milioni di euro. Solo lo scorso anno sono state approvate 40 richieste ed erogati  755 mila euro ad imprese artigiane in difficoltà finanziarie.

“A chiederci aiuto” affermano il presidente Fidimpresa Marche Alberto Barilari ed il direttore Giancarlo Gagliardini “sono soprattutto imprenditori protestati o pignorati o che le banche non finanziano per andamenti aziendali negativi. Tutti soggetti che diventano facile bersaglio, nella ricerca di finanziamenti, dell’usura. Noi, garantendo fino all’80 per cento del credito, contribuiamo a ripristinare liquidità e fiducia alle imprese”.

Del calvario  delle imprese, fra crisi e credit crunch, si parlerà in una tavola rotonda venerdì 25 maggio a Marina di Montemarciano (AN), al ristorante delle Rose, via delle Querce 1. L’iniziativa, organizzata da Fidimpresa Marche, in occasione dell’assemblea annuale, avrà inizio alle ore 17. Dopo l’introduzione del presidente Fidimpresa Marche Alberto Barilari, interverranno Pietro Alessandrini, ordinario di politica economica dell’Università Politecnica delle Marche, Franco Di Colli vice presidente della Commissione regionale ABI Marche, Sara Giannini Assessore regionale alle Attività produttive, Leonardo Nafissi Direttore nazionale Fedart Fidi e il presidente Cna Marche Renato Picciaiola. Coordinerà la tavola rotonda l’analista economico di Nomisma Marco Marcatili.

 

Dalle Cna provinciali:

 

RIFIUTI: PROBLEMA O RISORSA?

Incontro della Cna su raccolta differenziata e rifiuti speciali

 

MACERATA. Il tema e la cultura ambientale sono punti su cui dobbiamo invitare le nostre imprese a prestare molta attenzione. E' dimostrato che  le imprese che si qualificano come attente e sensibili all'ambiente hanno valore aggiunto: un prodotto eco sostenibile, realizzato con materiali di scarto (riuso), riciclabile o con processo di risparmio energetico è un prodotto che, a parità di qualità, si vende di più perché il consumatore oggi è attento al rispetto dell'ambiente.
Investire in questa direzione non significa sempre spendere di più: la ricerca di materiali innovativi o tecnologie innovative richiede certamente una riorganizzazione aziendale e quindi la disponibilità al cambiamento ma il risultato può essere premiante. La conceria che si è dotata di depuratore ha riorganizzato la propria attività e si è aperta un nuovo mercato attento all'alta qualità e rispetto ambientale; la falegnameria che utilizza un materiale naturale per coibentare le porte ha trovato un mercato di qualità e nello stesso tempo può utilizzare il materiale di scarto per scaldare l'intera attività.
Nell'ambito della Festa di Villa Potenza abbiamo uno spazio pubblico per discutere di “rifiuti: problema o risorsa?”. L’incontro si terrà venerdì 25 maggio alle ore 20 in piazza Don Giuseppe Damiani di Villa Potenza.

Questi gli interventi previsti.:
 Maurizio Tritarelli  ( presidente CNA provinciale)

Stefano Spernanzoni (presidenza provinciale)

Daniela Medei (Presidente CNA Macerata)
 Enzo Valentini; Assessore all'ambiente Comune di Macerata
 Alberto Casoni (comandante Polizia Provinciale);
 Stefano Monachesi (Presidente Smea)

I rappresentanti di Cna, Smea, Comune di Macerata, Polizia provinciale, risponderanno alle domande dei cittadini su: modalità della nuova raccolta di rifiuti urbani, rifiuti speciali, su come smaltire i rifiuti di negozi e imprese, sui rifiuti pericolosi e sul trasporto dei rifiuti.

 

——————————

Lo ha confermato l’assessore Marcolini al convegno di Pesaro sui crediti alle imprese.

Sono ventiquattro i milioni di euro dovuti da Provincia, Comuni e Asl alle aziende

 

PATTO DI STABILITÀ, LA REGIONE NON RIFINANZIERÀ QUELLO VERTICALE PER I TAGLI. LE IMPRESE MINACCIANO DI RICORRERE AI DECRETI INGIUNTIVI

 

PESARO – “Allo stato attuale e con gli spaventosi tagli di trasferimento dallo Stato agli Enti locali, sarà molto difficile rifinanziare un patto di stabilità verticale da parte della Regione”. Lo ha detto ieri a Pesaro Pietro Marcolini all’iniziativa “Un Patto per sopravvivere” organizzata dalla CNA di Pesaro e Urbino sui riflessi che il Patto di stabilità sta avendo sugli Enti locali e, direttamente, sul sistema delle imprese. L’assessore regionale al bilancio ha praticamente escluso – stando ai minori trasferimenti annunciati (quasi il 90% in meno per le Marche ovvero da 220 milioni di euro a poco più di 28), la possibilità di istituire come lo scorso anno un plafond di 90 milioni di euro da trasferire a Comuni e Province per coprire il pagamento di investimenti su opere già effettuate e quindi consentire alle amministrazioni di poter pagare le imprese.Nel corso dell’iniziativa, aperta dal vicepresidente nazionale della CNA, Giorgio Aguzzi che ha denunciato il devastante stato in cui si trova l’economia provinciale, particolarmente apprezzato è stato l’intervento introduttivo del segretario provinciale della CNA, Camilla Fabbri che ha denunciato come siano  24  i milioni di euro (10 solo da parte della Provincia), che le imprese del territorio debbono riscuotere dagli Enti locali comprendendo con queste Comuni, Aziende sanitarie locali, etc. La Fabbri, che ha spiegato alla folta platea di imprenditori in sala i decreti attualmente in discussione a Roma tra Governo e associazioni di categoria (e sui quali ancora non vi è ancora nessun accordo), per cercare di sbloccare la questione relativa ai crediti delle imprese, ha ventilato nel frattempo la possibilità di far ricorso a decreti ingiuntivi, ovvero ad una via di tipo coercitivo per far riscuotere alle imprese le somme dovute da parte delle pubbliche amministrazioni. “Siamo per il dialogo e per portare avanti una battaglia insieme agli Enti locali, ma se qualcosa non si sbloccherà ci vedremo costretti – nostro malgrado – ad intraprendere la questa strada”.Le amministrazioni hanno risposto per voce degli assessori provinciali, Massimo Galuzzi e Renato Claudio Minardi. Nel suo intervento Galuzzi ha ricordato la gravissima situazione della provincia, costretta a non poter sbloccare investimenti per almeno 10 milioni di euro. “Soldi immediatamente cantierabili – ha detto Galuzzi – che potrebbero dare ossigeno e fiato alle imprese e dotare la provincia di opere e infrastrutture importanti”. La situazione debitoria dell’Ente Provincia è gravissima ed è confermata anche dalle cifre mentre attualmente l’Ente di via Gramsci è impegnato a sbloccare 3 milioni di euro per le imprese che hanno lavorato all’emergenza neve facendole passare come spesa corrente.“Allo stato attuale e con gli inasprimenti decisi dal Governo – ha aggiunto l’assessore Renato Claudio Minardi – è impossibile uscire dal Patto di Stabilità pena il rischio default da parte dell’amministrazione. Quel che possiamo fare come Enti locali è costituire un fronte unico con gli imprenditori e far sentire forte la voce dei territori al Governo per cercare di convincerlo a ridare fiato all’economia sbloccando il Patto di Stabilità e consentendo alle amministrazioni virtuose di pagare innanzitutto i debiti e poi di continuare ad investire”. Proprio sul fronte della protesta, la CNA annuncia una prossima iniziativa a Pesaro in occasione della visita del ministro Passera. “Chiederemo un incontro in forma privata al ministro – ha detto Camilla Fabbri – per esporgli le ragioni delle imprese e cercare di convincere il Governo a trovare una soluzione al problema del Patto di stabilità sul versante dei  crediti alle imprese. La battaglia non finisce qui e se necessario siamo pronti ad andare a Roma assieme agli amministratori”.

————————-

Progetto di CNA e Comune nell’ambito del Pesaro Photo Festival. I bambini delle scuole dell’infanzia a caccia di immagini nel loro quartiere con le vecchie Polaroid

 

LA CITTÀ DEI PICCOLI OCCHI

PESARO FOTOGRAFATA DAI BAMBINI

 

PESARO – “La città dei piccoli occhi”. E’ questo il progetto lanciato da CNA Comunicazione in collaborazione con il Comune di Pesaro, Assessorato ai Servizi Educativi, in occasione della V edizione del Pesaro Photo Festival e che ha visto protagonisti i bambini delle scuole dell’Infanzia di Pesaro. Nei mesi scorsi 60 bambini delle scuole materne “Prato Fiorito” di via Marsiglia (zona 5 Torri); “Ambarabà” di via San Marino (Tombaccia); “Poi..Poi” di via Ferraris (Muraglia), hanno osservato la città, ed in particolare angoli del proprio quartiere, prima con dei sopralluoghi con le insegnanti e poi attraverso gli occhi (obbiettivi) di macchine fotografiche analogiche riprodotte esattamente sul modello di quelle degli anni Settanta (Polaroid);  e con delle piccole e moderne macchine digitali. Piante, fiori, animali, vetrine, case, negozi, angoli di città sono stati il soggetto preferito dai bambini. Gli occhi dei piccoli con la loro semplicità ed ingenuità hanno saputo cogliere immagini e particolari ad un occhio adulto forse insignificanti.     Il Progetto, lanciato dal Pesaro Photo Festival – in accordo con l’Assessore ai servizi educativi del Comune di Pesaro, Marco Signoretti – è partito con delle lezioni a 15 insegnanti delle tre scuole su tecnica e linguaggio della fotografia. “Alcune nozioni di base – spiegano Alessandra Benvenuti e Michele Tegaccia, rispettivamente coordinatrice e presidente di CNA Comunicazione di Pesaro – che sono servite poi alle stesse insegnanti per comprendere su cosa si posassero gli occhi dei bimbi. E su come poi, il più naturalmente possibile per mantenere lo spirito di osservazione e la manualità del bambino, immortalare quelle immagini attraverso quelle piccole e antiche scatole magiche (le Polaroid), che oggi vengono prodotte da un’altra ditta ma che ripropongono con lo stesso meccanismo le foto delle vecchie analogiche istantanee. Come un tempo l’immagine viene riprodotta dopo qualche secondo su una particolare carta ad immediato sviluppo; una sorta di inchiostro magico che da forma allo spirito di osservazione dei bambini. Un gioco che ha molto divertito i bambini sollecitandone la fantasia e lo spirito di osservazione. Un lavoro che, grazie all’impegno delle insegnanti coinvolte, ha dato risultati sorprendenti.Le foto dei bimbi, stampate e ingrandite,  faranno parte di una mostra che sarà allestita al Caffè letterario della Biblioteca San Giovanni sabato 26 e domenica 27, giorni di svolgimento del Pesaro Photo Festival, negli orari di apertura della biblioteca stessa. 

 

II EDIZIONE “LA MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE”

Vince il progetto “Sapolio” del Vanvitelli Stracca Angelini di Ancona

Premi anche al Cuppari di Jesi e all’Ipsia Padovano di Senigallia

 

ANCONA. Otto scuole superiori della provincia di Ancona hanno partecipato nel corso di questo anno scolastico alla II edizione del concorso “La migliore Idea Imprenditoriale” lanciato dalla Cna nell’ambito del progetto Crea Impresa per stimolare l’autoimprenditorialità tra i giovani. Undici i progetti d’impresa presentati.

L’evento conclusivo con le premiazioni finali si è tenuto sabato 19 maggio scorso dalle 9 alle 12.30 presso l’Aula B primo piano della Facoltà di Economia G.Fuà di Ancona.

Presenti le scuole che hanno partecipato con centinaia di ragazzi, i vertici della Cna provinciale, il dott. Tiziano Spiller della Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana (partner dell’iniziativa), l’assessore provinciale alla formazione Mario Novelli e il preside della Facoltà di Economia prof. Gian Luca Gregari intervenuto in collegamento skype.

Tutti gli studenti hanno ricevuto l’attestato di partecipazione al “Laboratorio didattico per la creazione d’impresa”, il progetto vincitore si è aggiudicato un premio di 3.000 euro, l’insegnante coordinatore del progetto vincente ha ottenuto un PC portatile offerto da Sixtema Spa, la scuola che ha realizzato il più alto punteggio totale ha avuto un buono di 2000 euro da spendere per l’acquisto di attrezzatura didattica presso Sixtema.

Inoltre è stato premiato il video che racconta e documenta in modo più creativo l’esperienza e il lavoro svolto dai ragazzi.

Il progetto vincitore doveva rispondere a precisi requisiti: l’idea imprenditoriale deve essere radicata nel territorio di riferimento della scuola, deve essere un’idea fattibile e sostenibile sul piano economico e finanziario, deve essere innovativa e prestare attenzione alla sostenibilità ambientale.

Si è aggiudicato il premio il progetto Sapolio (produzione sapone da scarti di olii da cucina) i ragazzi della V Igea del Vanvitelli Stracca Angelini che sono stati coordinati dal prof. Stefano Maggiolini.

Premio per maggior punteggio totale al Cuppari di Jesi.

Video vincitore quello delle ragazze della V Moda del del Bettino Padovano di Senigallia che hanno presentato il progetto Bio Revolution.

 

 

AMBIENTE, PAESAGGIO, ECONOMIA

UN CONVEGNO PER LA TUTELA DEL TERRITORIO

 

MACERATA. A  cura di Slow Food Marche  domenica   20 maggio a  Gualdo –MC-  , nell’ambito dell’evento Formaggi d’Autore si è tenuto  il convegno “Ambiente , paesaggio , economia “ .Con questa iniziativa , gli   organizzatori hanno  voluto affermare la vicinanza ai pastori del Pecorino dei Monti Sibillini e a tutti gli agricoltori di montagna che nel loro fare giornaliero oltre a produrre cibi in maniera sostenibile sono i custodi dei saperi tradizionali, del paesaggio e del territorio che dovrebbe essere il primo bene culturale della nostra nazione e la sua tutela un obbligo per tutta la società civile.

Diversi ed  interessanti gli interventi dei relatori moderati da Massimo Bergamo, segretario Slow Food Marche:. Paolo Petrini, ass. agricoltura Regione Marche;. Alessandro Biagiola, ass. ambiente della Provincia di Macerata;. Giampiero Feliciotti, presidente Comunità Montana dei monti Azzurri, . Luciano Capodaglio, referente Forum Paesaggio Marche . Assuero Zampini, direttore Coldiretti di Macerata;. Federico Niccolini, Università degli Studi di Macerata.

Tutti hanno , con diversi accenti ,  sottolineato la necessità di continuare con politiche di valorizzazione e tutela del territorio , dell’ambiente  del paesaggio ed  insieme per quanto riguarda il settore agroalimentare , di  sostenere iniziative rivolte alla sovranità alimentare, alla valorizzazione del  cibo locale   e alla sostenibilità ambientale.

 Luciano Ramadori, vicedirettore  CNA Macerata è intervenuto portando alcuni esempi di attività dell’associazione rivolte alla correlazione tra artigianato  e territorio. Come quello della recente costituzione della rete dei produttori del ciauscolo , tesa all’attività di creazione di un prodotto dop  legato al territorio maceratese e montano per attivare un duplice effetto di valorizzazione.

 

 

Per due giorni la città adriatica diventerà la capitale dell’immagine. Corsi gratuiti, dimostrazioni, workshop e seminari per professionisti ma anche per le famiglie

PESARO PHOTO FESTIVAL, AL VIA LA QUINTA EDIZIONE

La manifestazione si svolgerà il 26 e 27 maggio nel centro storico

 

PESARO – Nove mostre fotografiche, 12 location, decine di corsi, seminari, workshop. Sono questi alcuni dei numeri che accompagnano l’avvio della quinta edizione del Pesaro Photo Festival che si svolgerà nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 maggio.

 L’iniziativa, organizzata dalla CNA di Pesaro e Urbino e CNA Comunicazione con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Regione Marche, Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, Banca Marche ed il patrocinio del Comune di Pesaro e  è rivolta a professionisti, imprese di comunicazione, sviluppo e stampa, grafica e agli amatori del mondo dell’immagine e si avvarrà anche quest’anno di importanti partner nazionali, prima fra tutti Canon Italia. Assieme alla  multinazionale, che  ha deciso infatti di appoggiare per la seconda volta il festival pesarese, si affiancheranno marchi prestigiosi del mondo della fotografia come Aproma, altro marchio nazionale famoso nella distribuzione di prodotti per la stampa e la fotografia. Per due giorni saranno presenti a Pesaro i più importanti nomi della fotografia italiana per degli incontri con il pubblico e workshop rivolti a professionisti e amanti della fotografia.

 Tra questi veri e propri guru dell’immagine. Grandi professionisti del fotoritocco e della gestione dell’immagine illustreranno al pubblico in corsi gratuiti ed aperti anche agli amatori tutti i segreti dell’elaborazione al computer della fotografia: dallo scatto alla stampa su carta, giornali e riviste. Tra questi Roberto Tomesani, Lorenzo Colloreta, Paolo Baccolo, Luca Pianigiani e Giovanni Antico. Ed inoltre il maestro Massimo Lovati che terrà originali workshop rivolti alle famiglie

A Pesaro durante il festival inoltre faranno tappa il Digital Symposium con argomenti di grande attualità per il mondo della Imaging e Adobe CS.6 a cura di Med Store che presenterà le ultime novità della ultima versione della Creative Suite.

 A questi corsi e workshop si affiancheranno ben nove prestigiose mostre. Tra queste Petali d’Oriente  della grande artista giapponese Yoshie Nishikawa che esporrà i suoi ritratti nella suggestiva location della Loggia del Genga a Palazzo Ducale. E poi Storie a Palazzo Gradari, ovvero i migliori scatti di fotogiornalismo dell’Agenzia Reuters Italia. Ed ancora una mostra allo Scalone Vanvitelliano della storica fotografa ungherese Ghitta Carrell, dal titolo Fotografia e potere una esclusiva a cura della Fondazione 3M. Ed ancora due anteprime internazionali: I corpi e lo spazio foto di scena di Laura Ferrari alla Chiesa della Maddalena e I ragazzi del Mathoc, di Silvia Amodio, reportage sui bimbi peruviani avviati al lavoro in età tenerissima alla Chiesa del Suffragio del Centro Arti Visive Pescheria. A Palazzo Gradari una mostra omaggio a Rossini con le immagini realizzate dagli allievi del Corso per fotografi di scena dell’Accademia del Teatro alla Scala su due importanti allestimenti Il Barbiere di Siviglia ed Il Viaggio a Reims messi in scena dal teatro Scaligero. Ed ancora a Palazzo Gradari una mostra di Massimo Lovati dal titolo Mani, esposizione ideata e curata dal maestro genovese che si compone di una raccolta di scatti dell’artista nella sua ricerca sul movimento nello sport ed in particolare sulle mani degli atleti.  Completano le esposizioni a Palazzo Gradari le Masters Hasselblad, ovvero le migliori immagini della fotografia industriale a cura di Hasselblad

Alla Galleria San Domenico, una Collettiva di fotografi CNA, esposizione riservata ad una selezione di professionisti italiani associati alla CNA.

 Mentre al Caffè letterario della Biblioteca San Giovanni, si terrà la Mostra La Città dei Piccoli occhi, mostra realizzata con gli scatti dei bimbi delle Scuole dell’Infanzia di Pesaro che hanno interpretato la città con i loro sguardi e gli scatti delle Polaroid.  

 Il Pesaro Photo Festival, che avrà la direzione artistica di Andrea Barchiesi, per sua stessa complessità (sono previsti diversi corsi e dimostrazioni a ciclo continuo, alcuni rivolti a soli professionisti altri ad amatori dell’immagine e a giovani), si svolgerà in diverse location cittadine, tutte poste nel centro storico per concentrare e non disperdere logisticamente la manifestazione per la quale si prevede l’arrivo di numerosi professionisti da ogni parte d’Italia. La manifestazione, che avrà il patrocinio e la collaborazione del Comune di Pesaro degli assessorati (Cultura, Turismo, Grandi eventi), si svolgerà in particolare a Palazzo Gradari (sede operativa del festival), nei tre saloni al primo piano e nei sotterranei oltre che nel Chiostro, nella Galleria comunale San Domenico, Chiesa della Maddalena, Scalone Vanvitelliano, Caffè Letterario della Biblioteca San Giovanni,  Chiesa del Suffragio del Centro Arti Visive Pescheria, Cinema Astra.

 Nel corso della manifestazione, che è rivolta principalmente ai fotografi professionisti, ma che vuole avvicinare anche il grande pubblico al mondo dell’arte e della fotografia, si terranno anche dimostrazioni pratiche rivolte in particolare alle famiglie. Le iscrizioni a tutti i corsi sono completamente gratuite. Una sezione sarà anche dedicata a filmati e cortometraggi realizzati con le reflex digitali. Per maggiori informazioni ed iscrizioni: www.pesarophotofestival.it

 

“DOUBLE B”, PRESENTATI I REPORT

Progetto concluso, evento finale in Cna

 

ANCONA. Concluso il Progetto "Double B – Build your Business" per l’internazionalizzazione delle imprese, che ha preso il via lo scorso 15 marzo. L'iniziativa, organizzata dalla Cna Proviciale di Ancona nell'ambito del Programma Export Box, in collaborazione con l'Università Politecnica delle Marche e l'Associazione Studentesca AIESEC, ha coinvolto 30 studenti italiani e 9 stagisti internazionali provenienti da Argentina, Barhain, Cina, Georgia, Polonia e Ungheria.

Gli studenti hanno operato presso le 10 imprese selezionate realizzando una ricerca di mercato sul Paese-obiettivo e, attraverso il coinvolgimento degli stagisti internazionali, hanno fornito un prezioso supporto nei contatti in lingua straniera, nella produzione di materiale promozionale e nell'approfondimento delle peculiarità economico-culturali del Paese-obiettivo.

Alla conferenza stampa di presentazione, in cui erano presenti i vertici della Cna Provinciale,  il Magnifico Rettore Prof. Marco Pacetti, il Preside della Facoltà di Economia, Prof. Gian Luca Gregori, il Prof. Marco Cucculelli, coordinatore del progetto, i team composti dagli stagisti internazionali e dagli studenti italiani, e le 10 imprese partecipanti, è stata ribadita l'importanza strategica di progetti come questo, che rendono possibile una stretta sinergia tra mondo del lavoro e mondo della formazione universitaria.

Nel corso dell’evento conclusivo svoltosi ieri, presso la sede della Cna Provinciale ad Ancona, sono stati presentati agli imprenditori, direttamente dai ragazzi, alla presenza del Prof. Cucculelli e dei vertici Cna, i report finali.

Tali lavori sono stati giudicati molto utili dalle aziende, l’attività degli studenti è stata particolarmente valida in quanto da essa sono emersi spunti nuovi ed importanti per l’internazionalizzazione delle imprese coinvolte. “Ciò è stato possibile – spiega Lucia Trenta, coordinatrice per la Cna del progetto – poiché gli studenti, essendo esterni all’azienda, hanno potuto valutare le esigenze della stessa con un’ottica nuova ed hanno quindi potuto suggerire valide idee di approccio al mercato estero”.

 

LE IMPRESE SELEZIONATE

Claudioforesi Srl – Osimo edilizia

Farfalla Srl – Camerata Picena calzature

Meccanica GM Srl – Loreto produzione stampi

R.G.E. Srl – Loreto calzature

Ludabak Srl – Serra De’ Conti accessori elettrodomestici

Bora Srl – Vaiolati Spuntini produzione stampi

Euromarmi 90 Srl – Senigallia lavorazione marmi

Komplet Italia Srl – Senigallia costruzione macchine e impianti

Ranco Srl – Ancona commercio attrezzature per stampi

Frantoio Torresi – Potenza Picena alimentare

 

 

ASSOCIATI