NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 34

 

18 MAGGIO 2012

 

Dalla Cna nazionale:

 

PAGAMENTI. SILVESTRINI (CNA): INSUFFICIENTI LE SOLUZIONI DEL GOVERNO

“La CNA ritiene insufficienti le soluzioni a cui il Governo sta lavorando per affrontare il grave problema dei ritardi dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni.” Lo ha dichiarato Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA.

“Siamo ben consapevoli – ha aggiunto Silvestrini – delle rigidità derivanti dai vincoli del bilancio pubblico e dal quadro legislativo vigente, ma una situazione straordinaria richiede soluzioni concrete al di fuori dell’ordinario. Soluzioni semplici e immediatamente utilizzabili, capaci di generare effetti reali sulla liquidità delle piccole imprese, messe a dura prova dall’ingorgo delle scadenze fiscali delle prossime settimane.”

“Non esistono alternative – ha concluso Silvestrini – la pubblica amministrazione onori i debiti o consenta la totale e piena compensazione tra crediti e debiti fiscali e contributivi. Infine, non può subire rallentamenti l’adozione della direttiva sui termini di pagamento e l’introduzione dell’Iva per cassa, per non indebolire ulteriormente la resistenza delle imprese.”

 

Dalla Regione Marche:

 

IL MADE IN ITALY IN BRASILE, DAL 21 AL 24 MAGGIO

MISSIONE GOVERNO – REGIONI – SISTEMA CAMERALE

 

Le Marche, coordinatrici della missione e dei settori del legno arredo, contract e housing sociale, parteciperanno con 20 aziende. Il presidente Spacca “Importante occasione per le nostre imprese”.

 

Si terrà dal 21 al 24 maggio la Missione Governo, Regioni, Sistema Camerale in Brasile, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con le Regioni, con il supporto dell’Ice-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane e la partecipazione del Sistema Camerale. Il coordinamento della missione di sistema, che vede la partecipazione di 16 Regioni, è stato affidato alla Regione Marche, in virtù del suo ruolo di responsabile per l’Internazionalizzazione nella Conferenza delle Regioni. A guidare la delegazione marchigiana e quelle delle altre regioni, è il presidente delle Marche, Gian Mario Spacca, unico governatore che sarà presente in Brasile. “È di fondamentale importanza esserci – dice Spacca – perché su questa missione di sistema si è acceso un grande interesse delle imprese partecipanti e delle autorità brasiliane. Consolidare i rapporti di sistema Regioni-Governi-Camere di commercio dei due Paesi, accompagnare le micro e piccole imprese e sostenerle nei processi di internazionalizzazione, aprire le nostre economie ai mercati in forte crescita come quello brasiliano e rafforzare i rapporti con questo importante Paese non solo sul piano economico, sono gli obiettivi della missione. Quello che è stato assegnato alle Marche è un ruolo di grande responsabilità e particolarmente impegnativo, soprattutto perché la missione di sistema in Brasile ha riscosso un grande interesse tra le imprese: più di 700 hanno risposto “presente” con entusiasmo. Tra queste, circa 200 sono state selezionate, cercando la migliore combinazione con gli interessi che in Brasile si sono manifestati. Le aspettative sono dunque molto elevate e la Regione Marche ha lavorato con grande determinazione per non deluderle. Un lavoro che parte da lontano e che, in questi mesi, ha visto l’organizzazione di road show con il coinvolgimento di centinaia di imprese e di prestigiosi interlocutori in Brasile”.

La missione, che per il Governo sarà guidata dal Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri, Marta Dassù, ha l’obiettivo di rafforzare ulteriormente le relazioni economico-commerciali con il Paese Sudamericano, favorendo la penetrazione delle imprese italiane in un mercato che è la sesta economia del mondo e la seconda delle Americhe. La nuova formula della missione, per la seconda volta allargata anche alle Regioni, risponde all’esigenza di intraprendere un’azione istituzionale comune puntando in maniera decisa sull’ export, da cui passa in buona misura la ripresa del nostro Paese. Focus specifici riguarderanno i settori Aerospazio, Agroalimentare, Agroindustria, Automotive, Contract, Edilizia, Energia, Housing sociale, Legno – Arredo, Logistica, Meccanica, Nautica e Sistema Moda.

Con 20 imprese partecipanti, la delegazione marchigiana è tra le più numerose, segno della grande attenzione del sistema imprenditoriale marchigiano per il tema dell’internazionalizzazione. Le Marche, oltre a essere la Regione coordinatrice della missione, guideranno anche i settori del legno arredo, contract e housing sociale, in cui il nostro territorio detiene il primato, in termini di esperienze radicate e distretti industriali di riferimento.

“L’internazionalizzazione, nello scenario economico attuale – sottolinea Spacca – è una strategia “obbligatoria” anche per le micro e piccole imprese. Tuttavia, internazionalizzare non è un’impresa semplice. Nelle Marche, in particolare, sostenere e favorire l’internazionalizzazione delle micro e piccole imprese è essenziale: siamo la prima regione manifatturiera d’Italia in rapporto alla popolazione, la decima d’Europa. È indispensabile, dunque, che le nostre imprese partecipino a un processo di internazionalizzazione e abbiano un percorso che si realizzi all’interno di una logica di sistema. La Missione di Sistema in Brasile, che la Regione Marche è onorata di coordinare, rientra appieno in questa strategia, che vuole incentivare la presenza delle nostre imprese su quel mercato, ma anche sviluppare relazioni strutturali tra le due economie”.

 

 

 

IMPRESE MARCHIGIANE CHE PARTECIPANO:

Settore Energia: Astea Energia srl, Brandoni solare, Emis srl, Faam Group, New energy srl, Italia imprese, Spes;

Edilizia sostenibile: Casali spa, Diasen srl;

Agroalimentare-Agroindustria: Corima srl, Gino Girolomoni Coop, Guido Cocci Grifoni & C. srl società agricola, Terre Cortesi Moncaro soc. coop. Agricola;

Meccanica: Effegomma srl, Tecnopromec srl, Pieralisi Maip

Legno arredo: La Bottega dell’albergo spa, Lafano srl, Solage spa (Bontempi Casa), Teuco Guzzini spa

 

 

SCHEDA IL BRASILE

Porta d’ingresso ai mercati del Mercosur (il mercato comune dei Paesi dell’America Latina), il Brasile offre importanti opportunità di collaborazione e di investimento alle imprese italiane; lo sfruttamento degli enormi giacimenti petroliferi di "pre-sal”, e il volume di affari indotto dagli investimenti legati all'acquisto di piattaforme, navi appoggio, sicurezza, tubi, valvole, potrebbero aprire grandi opportunità per le aziende italiane fornitrici di beni e servizi all'industria del petrolio. In questo contesto la Missione rappresenta, in particolare per le piccole e medie imprese, un importante momento di promozione. Il Brasile è stato individuato come Paese prioritario nel Piano Made in Italy del Ministero dello Sviluppo Economico, anche in considerazione della possibilità di trovare sinergie collegate all’anno dell’Italia in Brasile nel 2011/2012 (“Momento Italia-Brasile”), e allo svolgimento in questo Paese della Coppa del Mondo di Calcio nel 2014 e delle Olimpiadi nel 2016. 

Con una popolazione di 191 milioni di persone e una classe media da circa un decennio in costante crescita, il Brasile mostra un mercato interno con forte propensione al consumo. Il Paese dà segni di notevole dinamismo: è entrato a far parte delle prime 10 economie mondiali ed è membro autorevole dei Brics, con un Pil a +7,6% nel 2010 e +2,7% nel 2011 e stime di crescita del 3,3% per il 2012 e del 4,5% nel 2013 (fonte: Ice).

 

LA MISSIONE

La Missione toccherà le città di San Paolo, San Josè Dos Campos, Curitiba, Santos e Belo Horizonte che presentano un’alta specializzazione territoriale e un forte orientamento all’export; sono previsti approfondimenti con esperti, incontri istituzionali bilaterali, visite ai poli produttivi territoriali, incontri ‘business to business’ con controparti locali selezionate. Il programma prenderà il via lunedì 21 maggio con una sessione plenaria unificata a San Paolo e la presentazione delle opportunità di collaborazione commerciale, imprenditoriale e di investimento. Il giorno successivo, martedì 22, avrà luogo il Forum bilaterale Italia-Brasile, dove sono in programma gli incontri con gli operatori economici. A seguire si svolgeranno sessioni parallele nelle diverse località, con incontri tematici e ‘business to business’.

 

 

Da Unioncamere Marche:

 

LE IMPRESE SI TUTELANO CONTRO I FALSI, IN CRESCITA

NELLA REGIONE  MARCHI E BREVETTI COMUNITARI.

 

Agevolazioni alle imprese in arrivo da Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere per favorire la registrazione internazionale di invenzioni e brand

 

Marchi, brevetti e design europei per tutelare i prodotti marchigiani contro i falsi e le contraffazioni sui mercati internazionali. Sono in crescita le imprese della regione che chiedono la registrazione comunitaria prevista per le opere dell’ingegno. Le domande per ottenere il brevetto europeo, secondo l’Unioncamere Marche,  sono passate dalle 86 del  2001 alle 142 dell’anno scorso  mentre quelle per il marchio comunitario sono salite da 91 a 187. Raddoppiate anche le domande di design comunitario: dalle 316 del 2003 alle  613 nell’ultimo anno.

Sistema moda, dispositivi elettronici, elettrici, ottici e digitali, caschi ed estintori. Sono questi gli ambiti più diffusi in cui la creatività marchigiana ha chiesto e ottenuto la tutela delle proprie produzioni in Europa attraverso la registrazione del marchio comunitario. Il ricorso al brevetto comunitario è invece diffuso soprattutto nella scienza medica e veterinaria, chimica, automotive, packaginc, arredamento. Infine i principali ambiti di tutela di design comunitario riguardano i prodotti e gli articoli di abbigliamento.

Complessivamente dalle Marche in dieci anni sono arrivate a Bruxelles 1.019 domande di brevetto europeo e 1.324 richieste di marchio comunitario  mentre in soli otto anni le domande di design comunitario sono state 5.704.

“Si tratta di numeri importanti “ afferma il presidente Unioncamere Marche Alberto Drudi “ma potrebbero essere molto più alti se tante imprese marchigiane non rinunciassero a registrare i marchi comunitari e internazionali a causa dei costi elevati, esponendosi cosi al rischio di concorrenza sleale da parte di imprese estere che copiano i nostri prodotti e le nostre innovazioni, provocando un grave danno al sistema produttivo marchigiano, sia in termini di riduzione della competitività delle imprese sia di mancate entrate fiscali”.

Per incentivare le piccole e medie imprese a registrare i marchi comunitari, il Ministero dello Sviluppo economico, in collaborazione con Unioncamere, ha previsto la concessione di una agevolazione, il cui bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 maggio.

“L’importo dell’agevolazione” comunica il segretario regionale Unioncamere Marche Maurizio Di Genova “va da 4 mila a 6 mila euro per ciascuna domanda di marchio depositata coprendo dall’80 al 90 per cento delle spese sostenute. L’impresa può presentare anche più domande di registrazione dei marchi e le agevolazioni, in questi casi, non potranno superare i 15 mila euro complessivi”.

Le domande di agevolazione possono essere presentate ad Unioncamere  a partire dal 4 settembre 2012 e fino all’esaurimento delle risorse disponibili che ammontano a 4,5 milioni di euro e saranno assegnate con procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine di presentazione delle domande.

Per informazioni è possibile rivolgersi a Unioncamere, all’indirizzo infoimprese@progetto-tpi.it oppure visitare il sito  www.unioncamere.gov.it

 

Dalle Cna provinciali:

 

CNA ALIMENTARE PRESENTE ALLA RACI PER LA VALORIZZAZIONE DEI GUSTI E SAPORI DELLA TERRA DELLE ARMONIE.

 

MACERATA. L’insieme dei prodotti tipici e di qualità del territorio ha costituito  uno degli elementi di successo della 28^ edizione delle Raci , Rassegna Agricola del Centro Italia che si è tenuta lo scorso fine settimana a Macerata, alla quale ha partecipato CNA Alimentare con la Rete dei produttori del Ciauscolo e dei prodotti norciari tipici maceratesi-

La Rassegna, a cui hanno partecipato miglia di cittadini ,  è stata caratterizzata  da una novità  assoluta, rappresentata dalla partecipazione, per la prima volta, del Ministro  delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania

Per Luciano Ramadori responsabile Sviluppo e categorie della CNA di   Macerata,- che ha curato l’allestimento e l’animazione dello  stand collettivo di produttori di salumi tipici maceratesi organizzati in rete dalla CNA , -“ la Raci per la parte  agroalimentareè ha certamente avuto il merito di  veicolare  al visitatore una comunicazione unitaria delle produzioni tipiche e di qualità che il nostro territorio esprime”.

I salumifici rappresentati da CNA Alimentare alla Raci sono stati; Properzi Franco   di Colmurano, Salumificio Bartocci snc  di Matelica ; Calabrò Carni ,  Cappa Antonio , e Pettacci snc di Visso, Salumificio Altonera di Castelasantangelo sul Nera, Re Norcino di San Ginesio; Testiccioli di Montecavallo;Eredi Bartolazzi,  Azienda Agr. Lana Carlo e Monti Azzurri Tipicità di Muccia ; Macelleria Bollesi Giovanni di Camerino, Macelleria Papa Beniamino di Recanati, Macelleria Liberti di Castelraimondo, il distributore di prodotti Gastronomici Fresco di Mogliano.

L’impegno per   CNA e la Rete dei Produttori è quello di avviare al più presto il percorso per  la  certificazione DOP del Ciauscolo, con il coordinamento della Provincia di Macerata 

 

 

IN PARTICOLARE, ANCONA: CENTINAIA LE CARTOLINE CONSEGNATE

Sabato 19 maggio alle 17 le premiazioni in Piazza del Papa, invitata tutta la cittadinanza

 

ANCONA. Sono centinaia, oltre ogni più rosea previsione, le schede compilate e consegnate nell’ambito del concorso lanciato dalla Cna di Ancona in collaborazione con la legatoria Librare “In Particolare, Ancona”. Tantissimi studenti delle elementari e medie, accompagnati da amici e familiari, hanno passeggiato in questi giorni per le vie del centro storico a caccia dei dieci particolari segreti riportati sul fronte della cartolina, per poterli riconoscere e quindi per poter compilare la scheda imbucandola poi negli appositi raccoglitori presso i negozi aderenti all’iniziativa.

Ora si attende la giornata conclusiva, organizzata per le ore 17 di sabato 19 maggio in Piazza del Plebiscito. Tra tutte le cartoline consegnate e con risposte corrette, verranno estratte le vincenti  e verranno quindi assegnati i numerosi premi messi in palio. Il pomeriggio prevede anche una visita guidata ai luoghi rappresentati con il prof. Giorgio Petetti.

La Cna, dato l’enorme successo riscosso dall’iniziativa, prevede un gran pienone in Piazza del Papa, con affluenza di numerosissime famiglie invogliate anche dalle previsioni che sembrano proprio far più che sperare in un pomeriggio soleggiato. Si ricorda che tutta la cittadinanza è invitata, l’iniziativa non è rivolta solo a coloro che hanno partecipato al concorso, così come il tour guidato è aperto a tutti.

Anche i giornalisti sono invitati a prendere parte all’evento che permetterà a tutti di riappropriarsi delle meraviglie troppo spesso dimenticate della città dorica.

 

 

CANONE SPECIALE RAI: MASSIMA ATTENZIONE DA PARTE DELLE IMPRESE

 

ANCONA. In questi ultimi giorni stanno arrivando alle imprese del territorio le lettere RAI sul pagamento del canone speciale per la ricezione delle trasmissioni televisive.

La Cna invita a fare grande attenzione e precisa che sono tenuti al pagamento solo gli apparecchi muniti di sincronizzatore e il numero del relativo di abbonamento dovrà essere riportato nella dichiarazione dei redditi.

“Si stanno generando molte confusioni – spiega Andrea Riccardi, responsabile provinciale Cna Commercio e Turismo – e si sta tentando di trovare ogni strada per fare cassa a spese delle imprese. Faccio un esempio dell’assurdo: anche nel caso in cui l’azienda non utilizza monitor o display (dotati di sincronizzatore) per la visione di programmi televisivi, ma solo per la promozione di prodotti o servizi, il canone speciale RAI sarà comunque dovuto, solo per il fatto che i monitor o display sono dotati di sincronizzatore”.

In sintesi, precisa la Cna, qualora nelle imprese fossero presenti dispositivi dotati di sincronizzatore adattabili allo scopo della ricezione del segnale radiotelevisivo si è tenuti a pagare il canone speciale a prescindere dall’uso effettivo.

“A nostro parere – continua Riccardi – in un momento di così forte difficoltà economica, difficile riscossione dei crediti, incertezza sul futuro per una programmazione strutturata di rilancio degli investimenti, è inopportuno andare a pesare sulle tasche di chi quotidianamente lotta per fare impresa. Peggio ancora, cercare di fare cassa giocando su una  comunicazione poco chiara e distorta, che si presta a far nascere convincimenti errati”.

Cna raccomanda  alle imprese di prestare attenzione e di verificare che gli apparecchi  detenuti nell’ambito aziendale appartengano alla tipologia “apparecchi muniti di sintonizzatore”. In questo caso il pagamento del canone speciale RAI sarà dovuto e del numero del relativo abbonamento dovrà essere data evidenza nella prossima dichiarazione dei redditi. In caso diverso, non dovrà darsi seguito ad alcun pagamento, evidenziando nella dichiarazione l’inesistenza dell’obbligo.

 

 

II EDIZIONE “LA MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE”

Cna premia le scuole vincitrici – sabato 19 ore 9.00 c/o Facoltà Economia G.Fuà Ancona

 

 ANCONA. Otto scuole superiori della provincia di Ancona hanno partecipato nel corso di questo anno scolastico alla II edizione del concorso “La migliore Idea Imprenditoriale” lanciato dalla Cna nell’ambito del progetto Crea Impresa per stimolare l’autoimprenditorialità tra i giovani. Undici i progetti d’impresa presentati. Uno sarà il vincitore assoluto dell’edizione 2012.

L’evento conclusivo con le premiazioni finali si terrà domattina (sabato 19 maggio) dalle 9 alle 12.30 presso l’Aula B primo piano della Facoltà di Economia G.Fuà di Ancona (piazzale Martelli).

Saranno presenti le scuole che hanno partecipato con centinaia di ragazzi, i vertici della Cna provinciale, il dott. Tiziano Spiller della Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana (partner dell’iniziativa), l’assessore provinciale alla formazione Mario Novelli e il preside della Facoltà di Economia prof. Gian Luca Gregori.

Tutti gli studenti riceveranno l’attestato di partecipazione al “Laboratorio didattico per la creazione d’impresa”, il progetto vincitore si aggiudicherà un premio di 3.000 euro, l’insegnante coordinatore del progetto vincente otterrà un PC portatile offerto da Sixtema Spa, la scuola che ha realizzato il più alto punteggio totale avrà un buono di 2000 euro da spendere per l’acquisto di attrezzatura didattica presso Sixtema.

Inoltre verrà premiato il video che racconta e documenta in modo più creativo l’esperienza e il lavoro svolto dai ragazzi.

Il progetto vincitore deve rispondere a precisi requisiti: l’idea imprenditoriale deve essere radicata nel territorio di riferimento della scuola, deve essere un’idea fattibile e sostenibile sul piano economico e finanziario, deve essere innovativa e prestare attenzione alla sostenibilità ambientale.

 

ASSOCIATI