NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 119

30 ottobre 2014

 

Dalla Regione Marche:

 

PREMIO VALORE LAVORO: NUOVA SCADENZA IL 10 NOVEMBRE

 

È stato prorogato il termine per la ricezione delle candidature al Premio Valore Lavoro: la nuova scadenza è il 10 novembre. La manifestazione, giunta all’ottava edizione, è promossa da Regione Marche, assessorato al Lavoro e co-finanziata dal Fondo sociale europeo, per condividere tra aziende-istituzioni-cittadini le buone pratiche realizzate nelle aziende marchigiane a favore delle risorse umane. “Nonostante la situazione economica ancora non felice, molte sono le imprese marchigiane che continuano a promuovere azioni virtuose a favore delle proprie risorse umane e che hanno dimostrato l’interesse a candidarsi. L’impegno quotidiano a stare sul mercato assorbe però tutte le risorse e, quindi, ci è sembrato opportuno concedere qualche giorno in più – ha commentato l’assessore regionale al Lavoro, Marco Luchetti – Il Premio Valore Lavoro è una tradizione ormai radicata, capace di rinnovarsi a ogni edizione: in tutti questi anni ha costituito un’occasione importante per conoscere meglio il mondo produttivo marchigiano e apprezzarne il coraggio e la tenacia. Attraverso il gesto simbolico, e allo stesso tempo concreto, della premiazione, daremo giusto riconoscimento all’impegno delle nostre aziende”. Anche per questa ottava edizione sarà l’Associazione regionale “Maestri del Lavoro”, attraverso il console per le Marche, Iridio Mazzucchelli, presidente della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia e i consoli delle cinque province marchigiane, ad assegnare cinque “Premi Speciali” a quelle aziende – una per Provincia – che si saranno particolarmente distinte per aver investito, in modo determinante e significativo, oltre gli obblighi normativi, nella tutela e miglioramento della sicurezza sul lavoro. Confermate anche la menzione “Fuori concorso”, così come quella all’organizzazione che avrà segnalato il maggior numero di imprese e le tre menzioni speciali a quelle buone prassi aziendali che saranno ritenute replicabili in altri contesti aziendali. La novità 2014 consiste in un nuovo riconoscimento: una menzione speciale andrà a quell’azienda che avrà realizzato progetti grazie al contributo del Fondo sociale europeo, integrandoli, in modo efficace, costruttivo e sinergico, con risorse provenienti anche da altri fondi strutturali della Regione Marche. Candidarsi al Premio rappresenta un’opportunità per puntare l’attenzione su tutte quelle realtà che non sempre riescono ad arrivare agli onori della cronaca, per costruire insieme una manifestazione vera ed autentica.

www.istruzioneformazionelavoro.marche.it

www.europa.marche.it

 

Dalle Cna provinciali:

 

SICUREZZA SUL LAVORO E INNOVAZIONE PER LE IMPRESE

DEL SETTORE EDILE: CNA E FIDIMPRESA MARCHE A DISPOSIZIONE

DELLE AZIENDE PER I BANDI INAIL-FIPIT

 

ASCOLI PICENO. La Cna di Ascoli Piceno e Fidimpresa Marche sostengono le imprese che investono in innovazione e per l’acquisto di strumenti e apparecchiature che migliorino le condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro. “Innovare e investire – spiega Luigi Passaretti, presidente della Cna di Ascoli Piceno – migliora le condizioni di vita dell’impresa e questi benefici devono tradursi anche nel miglioramento delle condizioni di lavoro degli addetti”. Questo il commento della Cna all’uscita del bando Inail Fipit per il sostegno al miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare riferimento all’innovazione tecnologica per settori edilizia, agricoltura e lavorazione materiali lapidei.

“Un’azione rivolta al miglioramento delle condizioni di sicurezza che come associazione – aggiunge Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli – perseguiamo sia con la sensibilizzazione delle imprese riguardo queste problematiche, sia con corsi di aggiornamento e formazione specifici”. “Oggi siamo anche in grado – aggiunge Massimo Capriotti, direttore provinciale di Fidimpresa Marche – di guidare le imprese nell’intercettazione di questa importante misura finanziaria messa in campo dall’Inail. Per questo i nostri uffici di Ascoli e Porto d’Ascoli sono a disposizione di tutti gli imprenditori interessati”

Misura che, come spiega Vincenzo Brutti, di Fidimpresa Marche, riguarda particolarmente le imprese che operano nel campo dell’edilizia e dell’agricoltura. SOGGETTI BENEFICIARI: Piccole e micro imprese operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei. TIPO DI INTERVENTO: Realizzazione di progetti di innovazione tecnologia mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. SPESE AMMISSIBILI: Sono ammessi a contributo unicamente i costi relativi all’acquisto e all’adeguamento di impianti, macchine e attrezzature. TIPOLOGIA CONTRIBUTO: Il contributo, in conto capitale, è erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65% dei costi sostenuti e documentati al netto dell’Iva. Il contributo massimo per ciascuna impresa, nel rispetto del regime “de minimis”, non può superare l’importo di 50mila Euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a mille Euro. DECORRENZA SPESE: Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di pubblicazione del presente Bando. RISORSE DISPONIBILI: Regione Marche Euro 814.999. SCADENZA BANDO: Presentazione domande a partire dal 3 novembre 2014 fino alle ore 18.00 del 3 dicembre 2014.

 

Quarto appuntamento “Aperitivo Con”

 

INTERNET FA ORMAI PARTE DI NOI E DELLA NOSTRA QUOTIDIANITA’

 

Giovani Imprenditori CNA e Università Politecnica delle Marche insieme per discutere i vari aspetti legati allo sviluppo delle tecnologie

 

  1. “Internet of things”, questo il tema del quarto ed ultimo appuntamento dell’anno “Aperitivo Con” promosso dal gruppo Giovani Imprenditori della Cna di Ancona e svoltosi presso la facoltà di Economia Giorgio Fuà in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche.

Grande interesse di pubblico hanno suscitato gli interventi del Prof. Franco Dragoni e del Prof. Emanuele Frontoni, in rappresentanza del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione: “L’applicazione di Internet nella gestione delle cose – hanno detto – impatterà positivamente nella vita di ognuno di noi per l’economicità di alcune soluzioni tecnologiche. Inoltre, le nuove tecnologie possono essere utilizzate anche nelle realtà più piccole, senza dover fare grossi investimenti”.

Attenzione però ai rischi: “La corretta gestione delle informazioni – ha specificato Dragoni – necessita di una riflessione sulle eventuali strumentalizzazioni dei dati, a danno della privacy dei cittadini con possibili ripercussioni anche nel contesto economico”.

Il Rettore Sauro Longhi, intervenuto all’iniziativa, ha precisato che “questa prospettiva di sviluppo delle tecnologie è oramai imprescindibile ed inarrestabile, va quindi valorizzata in tutti i contesti, inclusi quelli inerenti le piccole e medie imprese”.

Non sono mancate le Case History: tre realtà imprenditoriali del territorio, rappresentative di settori diversi (meccanica, sociale, sicurezza informatica e telemedicina) con Tre Pi Engineering, Zona Franca Me e Winitalia.

L’iniziativa si è conclusa con la degustazione di tipicità locali, che hanno consentito agli ospiti di conoscersi meglio mettendo a confronto le proprie esperienze lavorative.

Il presidente del Comitato Giovani Imprenditori di Ancona, Leonardo Mezzabotta, ringrazia gli sponsor, che hanno permesso la realizzazione della serata: Fattoria Petrini di Monte San Vito, Cantina Montecappone di Jesi, Casa del Tortellino di Urbani Andrea e Leonardo di Jesi, Pasticceria Cioccolateria Franco di Ancona, Salumificio di Monsano, Martarelli Formaggi di Piane di Camerata e Coala Onlus di Jesi.

 

L’AMORE SACRO E L’AMOR PROFANO: ASCOLI CAPITALE DELLA CERAMICA GRAZIE AGLI ARTIGIANI DELLA CNA

 

Sabato primo novembre inaugurazione della mostra a tema sacro

nella chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio.

Domenica 2 novembre mostra mercato di ceramica in piazza Ventidio Basso

 

ASCOLI PICENO. “L’Amore Sacro e l’Amor Profano” è il titolo che la Cna di Ascoli Piceno ha scelto per la “due giorni”, dedicata all’arte e all’artigianato in ceramica, che si svolgerà il primo e il 2 novembre nella chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio e nella piazza Ventidio Basso. “La Cna ha ormai avviato da tempo una proficua collaborazione con il comune di Ascoli – spiega Luigi Passaretti, presidente della Cna Picena – per la promozione della città e delle eccellenze artigiane. Artigianato artistico, agroalimentare tipico e turismo sono il biglietto da visita che il territorio è in grado di esprimere e che l’Associazione cerca di mettere in campo sia per lo sviluppo di Ascoli sia per permettere alle imprese associate di promuovere le loro produzioni di eccellenza. Dalle azioni per la Quintana, con i maestri orafi Cna, al Centro degli artigiani di via del Trivio, dove sono presenti imprese dell’artistico, dell’alimentare e quelle che operano nel campo della moda e del design, a questa nuova avventura nella ristrutturata piazza Ventidio Basso, Cna e Comune proseguono un percorso che ci auspichiamo sia di sinergia e occasione di crescita per tutti”.

L’azione della Cna è stata presentata in una conferenza stampa dove, oltre ai vertici dell’Associazione, erano presenti anche l’assessore alle Attività produttive del Comune, Filiaggi, e il professor Papetti. “Alla preziosa e fondamentale collaborazione fra Cna ed Enti pubblici – aggiunge Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli – la nostra Associazione mette sul tappeto anche un’importante azione di informazione e di promozione al servizio della città e del territorio. Per l’evento sulla ceramica a piazza Ventidio Basso abbiamo importanti adesioni che vanno oltre i confini ascolani e marchigiani. Ospiteremo infatti artigiani che arrivano da altre province marchigiane e dal Lazio. Avremo rappresentanza di Cna artistico dalla provincia di Teramo, e quindi per la ceramica Castelli, e dall’Umbria, quindi Deruta. Sarà presente inoltre il presidente nazionale di Cna Artistico e tradizionale che ci ha dato dimostrazione di attenzione riguardo le azioni che come Cna provinciale stiamo mettendo in campo e che di conseguenza ci da la convinzione che questa azioni di promozioni potranno agevolare l’ingresso di Ascoli e dei suoi artigiani (oggi parliamo di ceramica ma per tutto il 2015 l’azione sarà a 360 gradi) in un circuito virtuoso che il sistema nazionale Cna può garantirci”.

“Questa prima iniziativa di promozione – conclude Barbara Tomassini, presidente provinciale di Cna Artistico e Tradizionale – si articolerà in due giornate. Sabato l’inaugurazione di una mostra di ceramica a tema sacro, nella chiesa dei SS Vincenzo e Anastasio. Mostra che, grazie alla preziosa collaborazione del professor Papetti, abbiamo voluto  dedicare – per questa prima uscita – ai due ceramisti storici della città. Ovvero Paolo Lazzarotti e Luciano Cordivani. Domenica ci sarà invece, su tutta la piazza Ventidio Basso, una mostra mercato che avrà per tema la ceramica che “racconta” l’Amore Sacro e l’Amor profano. Su questo tema ascolani e turisti potranno ammirare le realizzazioni artigianali e unica di una ventina di ceramisti – ancora oggi stiamo raccogliendo le ultime adesioni – provenienti da Ascoli, dal resto della provincia, dalle Marche e anche da altre regioni del centro Italia, Lazio, Umbria e Abruzzo in particolare”.

 

 

ASSOCIATI