NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 107

30 settembre     2014

 

 

Da Rete Imprese Italia:

 

GIORGIO MERLETTI, PRESIDENTE DI RETE IMPRESE ITALIA:
“PER LE PICCOLE IMPRESE IMPENSABILE ANTICIPARE IL TFR IN BUSTA PAGA”

 

“In questa fase di perduranti difficoltà per il nostro sistema produttivo, è impensabile che le piccole imprese possano sostenere ulteriori sforzi finanziari, come quello di anticipare mensilmente parte  del Tfr ai dipendenti. Dopo aver subito, soltanto nell’ultimo anno, una contrazione del credito erogato dal sistema bancario del 5,2%, pari a oltre 8 miliardi di euro,ora alle piccole imprese verrebbe chiesto di erogare diversimiliardi in anticipazione del Tfr. Siamo di fronte alla misura perfetta’, se si vuol dare una mano a far chiudere decine di migliaia di piccole imprese che stanno resistendo stremate da 6 anni di crisi e difendono in tal modo migliaia di posti di lavoro”.

Giorgio Merletti, presidente di Rete Imprese Italia  e di Confartigianato, esprime forti preoccupazioni sull’ipotesi avanzata dal Governo di inserire nella Legge di stabilità una misura finalizzata ad anticipare il 50% del versamento del Tfr ai lavoratori del settore privato.

Secondo il Presidente Merletti “per i lavoratori il Tfr è salario differito, per le imprese un debito a lunga scadenza. Non si possono chiamare le imprese ad indebitarsi per sostenere i consumi dei propri dipendenti”.

“Va sottolineato infine – conclude Merletti – che il trasferimento di tutto il Tfr, o di una parte di esso, nelle buste paga significa azzerare la possibilità, per moltissimi  lavoratori, di costruire una previdenza integrativa dignitosa”.

 

Dalla Regione Marche:

 

TIROCINI PER IL REINSERIMENTO DEI DISOCCUPATI OVER 30,

LA REGIONE PREDISPONE UN BANDO

Luchetti: “Opportunità formative anche per i più giovani”

 

Favorire il reinserimento lavorativo dei disoccupati attraverso un tirocinio formativo presso le imprese e gli studi professionali. È l’obiettivo di una deliberazione della Giunta regionale che autorizza l’emanazione di uno specifico bando aperto anche ai lavoratori giovani. “È un intervento rivolto alle persone che vivono un disagio sociale ed economico, in difficoltà occupazionale perché fuori dal mercato del lavoro o disoccupati senza ammortizzatori sociali – afferma l’assessore al Lavoro, Marco Luchetti – La Regione intende assicurare loro tutte le opportunità possibili per reinserirsi nel mondo produttivo e specializzarsi. L’ultimo bando del giugno scorso, sostenuto con i fondi delle politiche per il reimpiego, ha prodotto risultati positivi, coinvolgendo 280 tirocinanti che hanno avuto la possibilità di formarsi. Visto il successo conseguito, ripetiamo l’esperienza e attiviamo un nuovo bando, abbassando, però, l’età minima dei destinatari, da 45 a 30 anni, in considerazione del fatto che, nel frattempo, è stato varato il Programma operativo regionale per l’attuazione della garanzia giovani che prevede espressamente i tirocini, ma limitati ai giovani fino a 30 anni. In questo modo, integrando e allargando le opportunità, riusciamo ad ampliare la platea delle persone che possono accedere alla formazione e aspirare a un’occupazione”. L’Avviso pubblico sarà emanato dal dirigente del della PF Lavoro e Formazione. Le risorse utilizzate saranno quelle del Fondo sociale europeo (Por Marche) destinate alla “occupabilità” e alla “inclusione sociale”. I tirocini verranno promossi dai Centri per l’impiego. I richiedenti dovranno essere disoccupati da almeno 12 mesi, residenti nelle Marche, rientrare nella certificazione Isee richiesta (non superiore a 12mila euro). I tirocinanti riceveranno, dalla Regione, un’indennità di partecipazioni pari a 650,00 euro.

 

Dalle Cna provinciali:

 

Si conclude nella città Ducale l’itinerario teatral-musicale promosso quest’estate da CNA e Fidimpresa Marche

 

URBINO, ULTIMA TAPPA DEL MUSICULTURA MARCHE TOUR

DOMENICA AL SANZIO LO SPETTACOLO “RAGIONAR CANTANDO”

 

URBINO – Domenica 5 ottobre (ore 17), al Teatro Sanzio di Urbino, ultima tappa del Musicultura Marche Tour 2014, il progetto teatral-musicale che ha visto l’inedita collaborazione tra l’associazione Musicultura, CNA e Fidimpresa Marche. A chiudere questo affascinante itinerario musicale che ha toccato diverse località delle Marche, lo spettacolo “Ragionar Cantando, canzoni e canzonette” dagli anni Ottanta al nuovo millennio in scena al teatro della città ducale (ingresso libero su prenotazione). In collaborazione con la manifestazione Biosalus, lo spettacolo appartiene ad una serie di progetti ideati e diretti da Piero Cesanelli con l’Ensemble musicale la Compagnia. In programma le più belle canzoni di 30 anni di storia: da Sereno è a I just called to say I love you; da Preghiera a Somethin’ stupid; dalla Leva clacistica del 68 a Il rock del capitano Uncino; da Vorrei incontrarti tra cent’anni a Every breath you take; da Diamante a Uno su mille ce la fa e tante altre. Uno spettacolo che racconta il trentennio dagli anni ‘80 al 2000 e che chiude il capitolo della Storia Cantata. Un racconto fatto di immagini e parole, in cui la Canzone è protagonista nello scandire i segni dei tempi. Lo spettacolo affida alla bravura dell’ensemble La Compagnia il compito di introdurre il pubblico nelle atmosfere del periodo che ha visto il predominio musicale anglo-americano e l’avvento della “Disco” e del “new romantic”. Stremati a volte anche piacevolmente dagli anni ‘70, gli italiani si risvegliano con la voglia di trovare il benessere personale e di sostituirlo a quello collettivo. Anche la musica segue la linea del consumo, non senza meravigliose eccezioni. Il programma vedrà tra l’altro canzoni di Barbra Streisand, Lucio Dalla; Stevie Wonder; Zucchero; De André; Chico Buarque e tanti altri. Si chiude dunque ad Urbino il tour targato Musicultura, CNA e Fidimpresa Marche iniziato in primavera al Teatro Rossini di Pesaro. “Una conclusione affascinante e ben meritata che ci ha visto protagonisti e partecipi – dice il presidente provinciale di CNA, Alberto Barilari – ad un progetto culturale che punta non solo alla valorizzazione del territorio ma di tutto quel mondo “artistico” che ha determinato la civiltà del nostro paese”. E’ lo stesso Piero Cesanelli a commentare la chiusura dell’itinerario culturale. “Insieme a CNA e Fidimpresa quest’estate abbiamo toccato le più importanti piazze della nostra regione cercando con i nostri spettacoli di infondere un benessere psicologico. L’emozione corre sul palcoscenico di Musicultura che non ha mai disdegnato abbinamenti come quelli del festival che ci ospita; entrambi concorrono a una qualità della vita”. Sul palco del Teatro Sanzio salirà “La Compagnia” con Adriano Taborro (chitarre violino mandolino); Paolo Galassi (basso mandolino); Andrea Casta (voce chitarra armonica); Riccardo Andrenacci (percussioni); Chopas (voce chitarra); Marumba (tastiere keyboard); Alessandra Tamburrini (piano); Tony Felicioli (sax e flauto); Alessandra Rogante, Valentina Guardabassi, Francesco Caprari (voci); Giulia Poeta e Maurizio Marchegiani (narratori). Lo spettacolo porta anche le firme di Andrea Pompei, (contributi video) e Valentina Sbriccoli (produzione).

Info e prenotazioni: 0721-426114

 

ASSOCIATI