NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 101

30 NOVEMBRE

Dalla Cna Marche:

 

INCONTRO DI CNA E CONFARTIGIANATO CON LA REGIONE SULLA SANITA’ “CONSENTIRE AGLI ARTIGIANI DI PARTECIPARE ALLE GARE D’APPALTO

 

Una delegazione delle rappresentanze regionali di Cna e Confartigianato ha incontrato gli Assessori regionali alla sanità e all'artigianato, Almerino Mezzolani e Sara Giannini. E' stata l'occasione per sollecitare l'attenzione del governo regionale ad una puntuale informazione verso tutte le componenti sociali sugli sviluppi dell'elaborazione del Piano Sociosanitario, prima del suo approdo all'esame dell'Assemblea Legislativa delle Marche e su un deciso indirizzo politico in materia di appalti per lavori e servizi originati dal sistema sanitario affinché non siano oggettivamente esclusi dalla possibilità di partecipazione (per dimensioni e capacità finanziarie richieste) l'artigianato e le piccole e medie imprese della Regione.

 L'Assessore Mezzolani si è impegnato a convocare al più presto un incontro con le Associazioni dell'imprenditoria e con il CUPLA – l'organismo che raccoglie tutte le sigle dei sindacati pensionati del lavoro autonomo – al fine di fornire una puntuale informazione sulle modifiche proposte alla Commissione Consiliare rispetto al testo di proposta originaria e per raccogliere suggerimenti e proposte. Inoltre l’Assessore ha manifestato l’intenzione di  organizzare un incontro sulla materia della spesa sanitaria per beni e servizi, previo confronto con la struttura amministrativa del sistema sanitario, affinché nel pieno rispetto delle leggi si adottino modalità e procedure che possano consentire la partecipazione alle gare delle imprese marchigiane.

 

 

 

MARCHE, PRIMA REGIONE AD APPROVARE LA LEGGE SULLE LAVANDERIE. DISCIPLINA L’ACCESSO ALLA PROFESSIONE E CONTRASTA GLI ABUSIVI.

 

Regione Marche, approvata la legge sulle tintorie e lavanderie. E’ la prima in Italia ed attua quanto previsto dalla legge nazionale n. 84 del 22 febbraio 2006. Disciplina l’accesso alla professione e contrasta l’abusivismo. In particolare viene introdotta la figura del responsabile tecnico che deve essere in possesso di specifica idoneità professionale. Le nuove lavanderie dovranno indicare il nome del responsabile tecnico nella domanda di inizio attività mentre  quelle aperte al momento dell’entrata in vigore della nuova legge, hanno due anni di tempo per adeguarsi. Pesanti sanzioni vengono introdotte per chi esercita l’attività senza essere in possesso dei requisiti professionali.

Per chi non ha i requisiti, le Province organizzeranno specifici corsi di formazione professionale.

Confartigianato e Cna Marche, che da anni chiedevano nuove regole per disciplinare un settore in difficoltà, costretto a subire la concorrenza sleale degli abusivi, hanno espresso la loro soddisfazione per l’approvazione della normativa.

La tintorie e lavanderie artigiane regolarmente iscritte al registro delle imprese, nelle Marche sono 775 mentre in Italia il comparto conta più di 14 mila aziende, la maggior parte a conduzione familiare.

Oggi i consumatori” sostengono Cna e Confartigianato “sono molto più attenti alla qualità delle pulizia dei propri indumenti e non esitano, in caso di danneggiamento dei capi, a citare in giudizio per danni la tintoria o la lavanderia. Per questo è fondamentale la qualificazione professionale degli operatori, che rappresenta una garanzia per i clienti e contrasta l’esercizio di attività abusive”

 

 

Dalle Cna provinciali:

 

GIOVANI IMPRENDITORI DEL PICENO. CONVEGNO CNA

 

ASCOLI PICENO.“Confrontare le idee e rapportarsi anche con chi è nel mondo dell’impresa da più tempo riteniamo sia anche questo un percorso di crescita che come Cna vogliamo agevolare per i nostri giovani imprenditori.” Gino Sabatini, presidente della Cna di Ascoli, spiega così il significato del convegno che Cna Giovani imprenditori di Ascoli ha organizzato nella Sala Ceci della Pinacoteca comunale. Si è parlato delle “Prospettive del Piceno viste e costruite dai giovani imprenditori”, con un programma fitto di interventi e di testimonianze. Dopo i saluti del presidente provinciale Gino sabatini e l’introduzione del coordinatore provinciale Cna, Francesco Balloni, è stato il neopresidente di Cna Giovani Imprenditori di Ascoli, Gianluca Straccia, a dare il via ai lavori del convegno. Fra i relatori ospiti della Cna Picena, Andrea Di Benedetto, presidente nazionale dei Giovani imprenditori della Cna, titolare di una ditta toscana al top nel campo dell’elettronica ma nato e cresciuto proprio ad Ascoli Piceno. Ci sono stati poi gli interventi di Stefania Milo, presidente regionale dei Giovani imprenditori Cna della Lombardia che ha parlato della sua esperienza di giovane imprenditrice e di Giampaolo Colletti, giornalista de Il Sole 24 Ore. Ha coordinato il convegno Luca Sestili.

 

 

CNA ALIMENTARE, CORSO PER PIZZAIOLI

 

 ANCONA. L’alimentare sembra essere tra quei pochi comparti che meglio stanno reggendo la difficile congiuntura economica. In particolare il settore della pizza vede ancora una forte crescita.

La richiesta di formazione specifica su come si diventa pizzaioli ha quindi spinto la Cna a promuovere un corso destinato a tutti coloro che vogliono apprendere uno dei mestieri caratteristici del bel paese.

Il corso, di 40 ore, partirà il 12 gennaio 2012, si svolgerà ad Ancona e sarà suddiviso in due moduli:

un corso di pizzaiolo di 30 ore per un totale di 7 incontri che si svolgeranno tutti i lunedì – mercoledì – giovedì dalle ore 18.30 alle ore 22.30 (numero minimo di partecipanti: 7 corsisti); un corso haccp di 10 ore (base) o di 8 ore (aggiornamento) organizzato dalla Cna Tecnoquality che si svolgerà lunedì 23 gennaio e lunedì 30 gennaio dalle ore 14.00 alle ore 19.00 con un numero minimo di 15 corsisti. Al termine del corso di haccp sarà rilasciato regolare attestato.

I partecipanti potranno scegliere se aderire all’intero corso o ad un solo modulo.

Il corso per pizzaioli è organizzato dalla ditta Pizza Elite, in collaborazione con Forni Pergolotti e con il patrocinio della Cna Alimentare della provincia di Ancona.

Tutte le lezioni si terranno presso la sede Cna di Ancona (via Umani 1/A – zona Baraccola) e presso la ditta Forni Pergolotti (via Albertini n. 7 – zona Baraccola). Già da oggi sono aperte le iscrizioni fino a martedì 10 gennaio 2012.

Il calendario, i costi di partecipazione e i relativi moduli di iscrizione sono scaricabili dal portale www.an.cna.it

Per maggiori informazioni: Andrea Cantori (referente Cna Alimentare della provincia di Ancona) – cell. 3483363017 – email acantori@an.cna.it

 

 

Iniziativa di CNA Pensionati giovedì mattina per parlare di tagli al welfare

POLITICHE SOCIALI, PENSIONATI RIUNITI A MONTECCHIO

MONTECCHIO (PU) – Tagli alle politiche sociali e all’edilizia sanitaria. Problemi ai servizi di assistenza, difficoltà ad arrivare alla fine del mese con pensioni rimaste al palo contro l’inflazione galoppante. Sono alcuni degli argomenti che riguardano un vero e proprio esercito di pensionati in provincia di Pesaro e Urbino anche se nella zona dei Comuni di Pian del Bruscolo, la popolazione anziana, in base ai dati Istat sembra essere meno consistente che nel resto della provincia. Analizzando infatti i dati per singoli comuni, si riscontra che la media degli over 65 nei territori di Sant’Angelo in Lizzola, Montelabbate, Tavullia, Montecciccardo e Colbordolo è molto più bassa rispetto alla media provinciale sulla popolazione residente: il 14% in media contro il 20% totale. Il Comune con la popolazione più giovane è Tavullia che su 7.820 abitanti conta 1.021 over 65, ovvero il 13% sul totale. Seguono Monteciccardo con 225 anziani oltre i 65 anni su 1.698 abitanti (13,25%), Montelabbate con 903 anziani over 65 anni rispetto a 6.754 residenti (il 13,37%). Segue poi Sant’Angelo in Lizzola con 1.265 over su 8.749 abitanti (il 14,46%). Il Comune più “anziano” di quelli dell’Unione risulta essere quello di Colbordolo con 904 anziani su 6.236 abitanti (il 14,50%).Una fetta consistente di popolazione che è ancora attiva, che non vuole essere di peso alla società e che molto spesso garantisce la sicurezza economica del nucleo familiare provvedendo in qualche caso a coprire le spese di figli e nipoti. Dei problemi derivanti dai tagli alle politiche sociali con le ultime manovre che penalizzano soprattutto le fasce sociali più deboli, al ruolo degli anziani nella società, si parlerà nel corso di una serie di incontri organizzati da CNA Pensionati dal titolo “Salvare il sociale per Salvare l’Italia”. L’incontro è fissato per GIOVEDI’ 1 DICEMBRE alle ore 10, nella sede CNA di Montecchio di Sant’Angelo in Lizzola in via Paganini n.21.  All’incontro parteciperanno tra gli altri Valerio Angelini, responsabile provinciale di CNA Pensionati, Remo Pugliese, presidente provinciale, CNA Pensionati, Moreno Bordoni, coordinatore di Ambito territoriale e Antonio Bianchini della segreteria provinciale della CNA

 

Incontro formativo promosso da CNA Export Box

INTERNAZIONALIZZAZIONE: DESTINAZIONE BALCANI

Giovedì 1 dicembre ore 19.00 c/o Sala Venanzi CNA provinciale Ancona

 

ANCONA. Il progressivo avvicinamento all’Europa e gli incentivi all’imprenditoria estera stanno favorendo l’incremento dei flussi di investimento verso l’area dei Balcani, che attrae sia i grandi gruppi industriali, sia le piccole e medie imprese.

“Destinazione Balcani” è il titolo del seminario organizzato dalla Cna, nell’ambito del programma Export Box. Si tratta di un incontro formativo a favore delle imprese interessate ai mercati di questa area geografica. L’appuntamento è per giovedì 1 dicembre, alle ore 19.00, presso la Sala Venanzi della Cna provinciale, in via Umani ad Ancona. Nel corso della serata interverranno alcuni esperti per approfondire le varie opportunità legate all’apertura verso i paesi balcanici.

Tra gli altri, saranno presenti: Claudio Croce di Unicredit Spa per parlare di supporti all’internazionalizzazione con un focus sulla Serbia; Valentina Jacan direttore di Driope Croazia e Vanessa Ghergo presidente di Driope Italia che approfondiranno il tema legato alle opportunità di internazionalizzazione per le pmi con focus sulla Croazia. Interverranno anche Marzio Sorrentino vice direttore provinciale Cna e Emilio Berionni di Cna Marche.

  

 

 

ASSOCIATI