MARCHE, OCCUPATI ANCORA IN CRESCITA NEL QUARTO TRIMESTRE 2023 (+0,2%) 

GRAZIE ALLA COMPONENTE FEMMINILE (+4,5%), AI SERVIZI (+4,1%) E ALL’OCCUPAZIONE DIPENDENTE (+0,8%)

Alla fine di dicembre, nelle Marche gli occupati erano secondo Istat 647.043, con un aumento di oltre millecento unità rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un incremento dovuto solo alla componente femminile (+12.616 occupate, pari a +4,5% rispetto al IV trim. 2022) mentre tra gli uomini gli occupati calano di oltre 11mila unità (-3,1%).

La crescita occupazionale è trainata dalla componente femminile e, sotto il profilo settoriale, dal terziario che, da solo, compensa seppur di poco il calo occupazionale dell’agricoltura, delle attività manifatturiere e delle costruzioni. Crescono i dipendenti e calano ulteriormente gli indipendenti

 Nelle Marche, secondo i dati Istat elaborati da Confartigianato e Cna, il quarto trimestre del 2023 ha registrato una nuova crescita del numero di occupati, 1.110 in più rispetto allo stesso trimestre dell’anno prima, pari al +0,2%. Un dato positivo ma assai meno deciso di quello del trimestre precedente quando gli occupati in più erano stati oltre 20mila (+3,2%) rispetto allo stesso trimestre (il terzo) del 2022.

La crescita degli occupati, dunque, prosegue anche nelle Marche ma è assai meno decisa rispetto al dato dell’Italia (+2,3%) e caratterizzata (come già nel trimestre precedente) dall’aumento dell’occupazionale femminile (+12.616 unità pari a +4,5%), dalla performance occupazionale dei servizi (+16.113 unità pari a +4,1%), che compensa il fortissimo calo dell’agricoltura (-25,5%) e quello di manifatture e costruzioni (rispettivamente -3,5% e -5,9%).

Tra i servizi si segnala la crescita occupazionale di commercio, alberghi e ristoranti (+5.058 pari a +4,3%). Il numero degli occupati cresce grazie alla componente dei dipendenti il cui aumento (+0,8%) compensa l’ulteriore diminuzione degli indipendenti (-1,9%), effetto del ridimensionamento del numero di imprese attive che interessa da anni la regione.

Cala ulteriormente nelle Marche il numero delle persone in cerca di occupazione: -4.388 disoccupati pari al -10,7% e il tasso di disoccupazione si abbassa fino al 5,4%.

“Le micro e piccole imprese forniscono il contributo maggiore alla domanda di lavoro, sottolineano Paolo Silenzi Presidente di Cna Marche e             Paolo Longhi Vicepresidente di Confartigianato Marche, e in particolare quello più stabile. L’occupazione va sostenuta con ogni strumento possibile. Preoccupa il calo degli indipendenti. Auspichiamo un deciso impegno per sostenere gli sforzi degli imprenditori, alle prese con le minacce dell’inflazione e degli incrementi dei costi aziendali. Pesano anche l’elevato costo del denaro e delle materie prime. Servono politiche pubbliche a sostegno dei settori in difficoltà e delle piccole imprese che nelle Marche rappresentano la quasi totalità del sistema produttivo. E’ una sfida sulla quale deve concentrarsi ogni iniziativa per non perdere un’opportunità di sviluppo per la nostra regione, per il nostro Paese”.

 

Istat – L’occupazione nelle marche – le dinamiche TENDENZIALI (variazioni rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente)

TRIMESTRE 2022 IV 2023 IV var. ass var.%
Forza lavoro 686.840 683.561 -3.279 -0,5
di cui uomini 381.500 373.974 -7.526 -2,0
di cui donne 305.340 309.587 4.247 1,4
Occupati 645.933 647.043 1.110 0,2
di cui uomini 365.548 354.042 -11.506 -3,1
di cui donne 280.385 293.001 12.616 4,5
Disoccupati 40.906 36.518 -4.388 -10,7
di cui uomini 15.951 19.932 3.981 25,0
di cui donne 24.955 16.586 -8.369 -33,5
Disoccupati senza precedenti esperienze 5.977 4.228 -1.749 -29,3
di cui uomini 2.847 2.593 -254 -8,9
di cui donne 3.130 1.635 -1.495 -47,8
“Non cercano e non sono disponibili a lavorare” 227.497 228.829 1.332 0,6
di cui uomini 84.444 90.551 6.107 7,2
di cui donne 143.053 138.278 -4.775 -3,3
Forze di lavoro potenziali * 32.025 29.984 -2.041 -6,4
di cui uomini 15.042 14.265 -777 -5,2
di cui donne 16.983 15.719 -1.264 -7,4
         
2022 IV 2023 IV var. punti %
tasso di attività 71,8 71,8 0,0
tasso di inattività 28,2 28,2 0,0
tasso di occupazione 15-64 anni 67,4 67,8 0,4
tasso disoccupazione 15-74 anni 6,0 5,4 -0,6

Fonte: nostra elaborazione dati Istat

* le Forze di lavoro potenziali rappresentano la somma degli individui che non cercano attivamente un lavoro, ma sono disponibili a lavorare, con le persone che cercano lavoro ma non sono subito disponibili.

 

Istat – Alcune caratteristiche degli occupati

2022 IV 2023 IV var. ass. var.%
occupati agricoltura 23.133 17.241 -5.892 -25,5
occupati industria 231.984 222.872 -9.112 -3,9
di cui industria in senso stretto (manifatture) 194.209 187.340 -6.869 -3,5
di cui costruzioni 37.775 35.532 -2.243 -5,9
occupati servizi 390.816 406.929 16.113 4,1
di cui commercio, alberghi e ristoranti 117.413 122.471 5.058 4,3
Totale 645.933 647.043 1.110 0,2
  2022 IV 2023 IV var. ass. var.%
occupati dipendenti 493.016 496.964 3.948 0,8
occupati indipendenti 152.917 150.079 -2.838 -1,9

 

Fonte: nostra elaborazione su dati Istat

ASSOCIATI