Marche. Il ruolo di Uni.Co per l’economia e il credito a favore delle PMI.

Venerdì 20 maggio all’Hotel Federico II di Jesi si è svolta una giornata di grande dialogo strategico tra il Condifi Regione Marche Camera di Commercio delle Marche associazioni di categoria Confindustria Ancona CNA Marche Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino e Confcommercio Marche Centrali e tutta la grande famiglia di Uni.co Marche, Umbria Abruzzo e Molise.
Grazie a tutti coloro che sono intervenuti ed hanno reso questa giornata #piucheUniCo.
“Abbiamo cercato di adottare una struttura organizzativa volta a recepire le innovazioni del mercato, incentivato le attività di consulenza, raggiunto gli obiettivi e consolidato i risultati. Lo abbiamo fatto grazie alla Legge 13, Legge 20/2003, le 47/2020 e il fondo per la capitalizzazione. Questo grazie anche alla collaborazione con la Regione Marche, all’Università Politecnica delle Marche, all’Istao. La strategia è stata anche quella di guardare al di fuori delle Marche, arrivare prima in Umbria e poi in Abruzzo e Molise. Perché aggregare il mondo dei Confidi è fondamentale, solo una struttura importante può intercettare al meglio il mercato. Dal 2006 ad oggi i finanziamenti erogati sono stati 60.554, questi hanno generato 2,7 miliardi di finanziamenti bancari e 84 milioni di finanziamenti pubblici. Quest’anno, fino ad oggi, abbiamo deliberato volumi per 71,5 milioni di euro, l’obiettivo del piano industriale per il 2022 è di 155 milioni euro, impiegando 130 dipendenti in 7 sedi differenti” afferma il Direttore Uni.co  Paolo Mariani.
“La nostra mission va oltre le sigle che ci rappresentano. Siamo cresciuti tantissimo in questi anni, abbiamo affrontato venti contrari, la pandemia ed ora il conflitto Ucraina-Russia, ma dal primo luglio rappresenteremo 65.000 imprese socie e questo significa che abbiamo lavorato bene prima e stiamo lavorando ben oggi, tutti insieme. Dobbiamo ringraziare noi la Regione Marche per le azioni messe in campo – come, ad esempio, la Legge 13 e il bando per la capitalizzazione-, e le associazioni che fanno parte del Confidi perché sono la nostra bussola” afferma il Presidente #Unicoconfidi Maurizio Paradisi
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 8 persone e persone in piedi
ASSOCIATI