Marche, Costantini: “Autotrasporto settore fondamentale per lo sviluppo del Paese”

“Il settore dell’autotrasporto e della logistica è fondamentale per lo sviluppo del nostro Paese. Un comparto strategico che CNA rappresenta e tutela da sempre”. Lo ha affermato Dario Costantini, presidente nazionale CNA, intervenendo al convegno per i cinquanta anni del Consorzio di autotrasporto Carp, promosso da CNA Marche. Un’occasione per fare il punto anche sulla situazione delle infrastrutture nel territorio marchigiano.

Al convegno sono intervenuti, inoltre, Moreno Bordoni, segretario CNA Marche; Francesco Baldelli, Assessore viabilità, infrastrutture, lavori pubblici della Regione Marche; Patrizio Ricci, presidente nazionale di CNA-FITA; Tito Menzani, docente del Dipartimento scienze aziendali ed economiche dell’Università di Bologna, e Massimiliano Tasini dello Studio Associato Tributario Mainardi Tasini e docente di Diritto penale dell’Economia dell’Università di Padova. I lavori sono stati moderati dal giornalista Massimo De Donato di Radio 24, direttore della rivista Tir.

Sul tema dell’isolamento e delle difficoltà nei collegamenti da e per le Marche l’assessore alle infrastrutture della regione, Francesco Baldelli ha affermato che “il problema non sono i marchigiani, ma le tante incompiute di questa regione”, puntando il dito sulle tante opere infrastrutturali mai concluse o, in qualche caso, ancora sulla carta. “Non possiamo avere un’arteria come la Quadrilatero che taglia fuori il capoluogo di Regione – ha detto Baldelli – così come è una vergogna che si parli ancora della Fano-Grosseto e della sua mancata realizzazione. Per non parlare della Pedemontana Fabriano-Cagli la cui progettazione risale addirittura a 24 anni fa. E delle difficoltà della provincia di Pesaro e Urbino nei collegamenti intervallivi in particolare verso l’Umbria. Per non parlare delle difficoltà nei collegamenti ferroviari, in particolare sull’asse Orte-Falconara, dell’autostrada A14 nel sud della regione”. Per l’assessore Baldelli per fortuna qualcosa comincia a muoversi e la Regione sta puntando molto allo sviluppo di quel triangolo magico (porto di Ancona, aeroporto di Falconara e interporto di Jesi), attraverso l’arrivo di investimenti e finanziamenti sulla logistica che serviranno a rendere le Marche meno isolate e più competitive. “Per questo – ha aggiunto Baldelli – con le associazioni di categoria CNA in primis e Camera di Commercio unica, stiamo costruendo un piano delle infrastrutture per le Marche. Occorrerà lavorare su quelle materiali e anche immateriali come banda larga e fibra ottica con delle scelte specifiche. Su questo piano delle infrastrutture occorre spingere l’acceleratore puntando a sfruttare le risorse del Pnrr”.

Un’indicazione sollecitata anche dal segretario CNA Marche, Moreno Bordoni, secondo il quale le imprese, che pure si distinguono in tema di capacità di esportare qualità e tecnologia, pagano un pesantissimo gap infrastrutturale sia sul fronte viario-ferroviario-marittimo e aereo che su quello digitale. Il segretario CNA ha paragonato chi fa impresa in questa regione come un eroe che fatica il doppio e a volte anche il triplo rispetto a colleghi di regione limitrofe e che, nonostante tutto, riesce a vincere sui mercati internazionali grazie a quel giusto mix tra tradizione, saper fare qualità e innovazione.

Al convegno, aperto dal presidente del Carp, Luciano Barattini che ha esaltato il ruolo del Consorzio in un’ottica di collaborazione nello spirito della cooperazione è intervenuto anche Patrizio Ricci, secondo il quale “il problema dell’intermodalità in Italia è dato dalla mancanza di treni e di navi capaci. Abbiamo pochi aeroporti degni di chiamarsi tali. Tutto il traffico delle merci o quasi viaggia su gomma, ma l’inadeguatezza della rete infrastrutturale dell’Italia (e nelle Marche ne avete la riprova), rende tutto maledettamente complicato con gli autotrasportatori costretti a volte a transitare anche laddove non potrebbero”. Sul valore della cooperazione e degli investimenti nel settore dell’autotrasporto è intervenuto invece Tito Menzani, mentre di vero e proprio “modello” Carp, tra etica, tradizione e innovazione ha parlato il dottor Massimiliano Tasini.

Un saluto e massima collaborazione all’attività del Consorzio da parte del Comune di Pesaro è arrivato dall’assessore al bilancio Andrea Nobili. Al convegno erano presenti anche i consiglieri regionali Andrea Biancani e Micaela Vitri.

Questo articolo Marche, Costantini: “Autotrasporto settore fondamentale per lo sviluppo del Paese” è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI