Leve settoriali per la ricostruzione economica del cratere marchigiano

Progetto della CNA Marche nell’ambito di “Avviso pubblico per la selezione di progetti e iniziative di soggetti terzi portatori di interessi collettivi delle imprese della regione Marche da realizzare con il contributo camerale anno 2022 – Camera di Commercio delle Marche”

Premessa

Il progetto intende porre le premesse analitiche e conoscitive per il rilancio dell’economia dell’area cratere marchigiana e contemporaneamente realizzare una intensa e costante attività di supporto e assistenza nei processi di rilancio dello spirito imprenditoriale, favorendo il rientro degli imprenditori e delle attività delocalizzate e la creazione di programmi innovativi per il consolidamento delle realtà economiche dell’area, valorizzando il patrimonio ambientale e sociale con il coinvolgimento dei settori dell’agricoltura, dell’industria e dell’artigianato, in particolare delle attività che hanno mostrato una particolare dinamica sotto i profili dell’innovazione e della qualificazione dei prodotti e dei processi.

Sono coinvolte tutte le imprese dell’area cratere, le quali saranno analizzate in base a fonti diverse e, in particolare, a quelle di estrazione Camerale (della Camera Commercio delle Marche).

Il pubblico coinvolto dalle iniziative di divulgazione e dibattito è previsto numeroso e qualificato, composto sia da imprenditori sia da funzionari e quadri delle associazioni di rappresentanza interessate al rilancio dell’economia del cratere.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • contrastare la perdita di attrattività dell’area cratere, l’impoverimento del tessuto di imprese, la possibile ulteriore perdita di residenti;
  • porre le premesse per affiancare alla ricostruzione materiale degli immobili residenziali e pubblici e delle infrastrutture fisiche e immateriali, una fase di ricostruzione del tessuto economico del cratere e del tessuto sociale ad esso sottostante;
  • realizzare una apposita attività di analisi economica, di divulgazione e dibattito finalizzate alla creazione di nuove imprese e nuove professionalità, con particolare attenzione a:
  • i servizi avanzati (o ad alto contenuto di conoscenza);
  • I settori manifatturieri avanzati
  • il settore delle costruzioni nell’area cratere e l’offerta delle imprese ivi localizzate

–   fornire supporto e assistenza agli operatori che mantengono a riferimento operativo il territorio del cratere, tramite sostegno all’imprenditorialità e alla ripartenza delle attività economiche bloccate o danneggiate dal sisma 2016 e successivamente dall’accavallarsi di eventi problematici (pandemici, bellici).

Le ipotesi di lavoro sono che nel cratere esistono professionalità e competenze da salvaguardare e valorizzare in vista di una fase di ricostruzione che interessi anche la ricostituzione della capacità di creare valore aggiunto in loco e di sedimentare quelle identità lavorative, imprenditoriali e professionali che possono contribuire all’attrattività del territorio.

Le attività realizzate con questo progetto sono:

  1. a) realizzazione di un Osservatorio sulla ricostruzione economica dell’area cratere finalizzato a individuare alcune attività da supportare con particolare intensità, sulla base della vivacità mostrata dal relativo tessuto imprenditoriale e delle capacità da ottimizzare.

L’Osservatorio ha svolto attività di analisi economica, di divulgazione e dibattito finalizzate alla creazione di nuove imprese, con particolare attenzione a:

1) i servizi avanzati (o ad alto contenuto di conoscenza); si è realizzata una verifica del contributo alla creazione del valore aggiunto e all’occupazione; la verifica non è stata limitata alle realtà localizzate nel cratere ma è stata estesa a quella delle aree limitrofe, nell’ipotesi che si configurino filiere e relazioni tra imprese che coinvolgono il cratere ma non esauriscono in esso;

2) i settori manifatturieri avanzati del cratere: attenzione particolare è stata posta alle realtà più innovative e alle start-up; come per i servizi, è stata posta a verifica la presenza di filiere e relazioni tra imprese che coinvolgono il cratere ma non esauriscono in esso;

3) il settore delle costruzioni nell’area cratere e l’offerta delle imprese locali: si sono analizzate le specializzazioni del settore, le potenzialità, i limiti.

Il Report realizzato e posto a disposizione nel sito della CNA Marche presenta la seguente scansione di argomentazioni. Non tutte le attività previste dal progetto sono considerate, poiché alcune sono ancora da sintetizzare nelle dinamiche relative (il riferimento specifico è alle attivita delle costruzioni).

Sommario

  1. Le principali indicazioni, in sintesi

      2.Le dinamiche demografiche d’impresa e degli addetti dichiarati

2.1 Le imprese dei servizi

2.2 Le dinamiche demografiche d’impresa e degli addetti dichiarati

2.3 Le imprese attive

2.4 Una verifica dell’andamento dei servizi ad alto contenuto di conoscenza nell’area cratere

 

  1. La congiuntura

3.1 Il contesto. Gli effetti del conflitto russo – ucraino sulle attività produttive marchigiane e in particolare su quelle tradizionali 

3.2 La demografia delle imprese manifatturiere nel lungo periodo

3.3 Gli andamenti dei ricavi nelle micro imprese dell’area cratere

 

4. Un quadro delle realtà manifatturiere avanzate del cratere e delle aree immediatamente circostanti

ASSOCIATI