Imprese della Produzione, la pandemia ha colpito duro. Innovazione e PNRR per ripartire

Gianluca Di Buò confermato Presidente Coordinatore dell’Unione Produzione e del mestiere Meccanica della CNA Marche. Sarà affiancato da Mario Mainero – Presidente regionale del mestiere Nautica – da Zeno Avenanti – Presidente regionale del mestiere Legno – Arredo – e da Mirko Bezziccheri – Presidente regionale del mestiere Serramenti – Infissi.

 IMPRESE DELLA PRODUZIONE, LA PANDEMIA HA COLPITO DURO. INNOVAZIONE E PNRR PER RIPARTIRE

 Carenze di materie prime, logistica in affanno, impennata dei prezzi, diminuzione degli acquisti, calo dell’export. Il sistema produttivo sta facendo ancora i conti con le conseguenze della crisi pandemica.  L’offerta di prodotti ha subìto una diminuzione dovuta alla chiusura temporanea delle attività produttive, imposta dal governo per consentire la sanificazione dei locali e la messa in sicurezza degli impianti. Inoltre, il rallentamento e, in alcuni casi, il blocco della catena logistica ha comportato ulteriori difficoltà di approvvigionamento delle materie prime e dei semilavorati.

Con una nota di cauto ottimismo. I primi dati disponibili del 2021 evidenziano una fase di ripresa.

Nei momenti più duri per le imprese produttive CNA è stata al loro fianco con numerose attività.

L’innovazione per ripartire. La CNA Marche insieme ad altri partner ha dato vita a Marche Innovation Hub ovvero ad una piattaforma per sensibilizzare, informare e diffondere le nuove tecnologie secondo il Piano Impresa 4.0, affiancare le imprese nel percorso di digitalizzazione.

Grazie al supporto di Digital Innovation Hub sono state avviate iniziative volte alla sensibilizzazione delle aziende e delle scuole marchigiane con seminari sul tema dei BIG Data e dell’Intelligenza Artificiale con il contributo di alcuni docenti dell’UNIVPM.

Sono state inoltre organizzate attività di aggiornamento normativo con seminari tecnici e si è partecipato a diverse attività di promozione.

Sulla situazione delle imprese della produzione e sulle azioni da portare avanti nei prossimi anni, si è parlato all’Assemblea Elettiva Regionale, alla quale hanno preso parte la responsabile nazionale dell’Unione Produzione Valentina Di Berardino e il presidente nazionale Roberto Zani.

Gli assi strategici del Piano per il rilancio del sistema produttivo sono stati presentati da Valentina Di Berardino – responsabile nazionale CNA Produzione – secondo la quale “il PNRR rappresenta la base per modernizzare il Paese e far esprimere al meglio il potenziale di crescita della nostra economia. La dotazione complessiva del PNRR è di 235,14 miliardi, perché ai 191,50 si aggiungono 30,64 miliardi di risorse nazionali e 13 miliardi del Programma ReactEU, il Pacchetto di assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d’Europa.

PNRR, un’occasione da non perdere. “Quelle del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono risorse strategiche – ha affermato il Presidente Nazionale CNA Produzione Roberto Zani – “che bisognerà destinare a investimenti e riforme per affrontare le debolezze strutturali della nostra economia contribuendo a ridurre gli ampi e perduranti divari territoriali, a migliorare la competitività internazionale delle nostre produzioni e ad adeguare le competenze tecniche per agevolare i processi in atto delle trasformazioni tecnologiche e produttive.”

L’Assemblea degli imprenditori della produzione CNA Marche, dopo un ampio dibattito che ha fatto emergere tra gli altri il problema dell’aumento del costo delle materie prime per tutti i settori manifatturieri e le relative difficoltà di reperimento delle stesse sul mercato, ha confermato Gianluca Di Buò come Presidente Coordinatore dell’Unione Produzione e del mestiere Meccanica della CNA Marche. Sarà affiancato da Mario Mainero – Presidente regionale del mestiere Nautica – da Zeno Avenanti – Presidente regionale del mestiere Legno – Arredo – e da Mirko Bezziccheri – Presidente regionale del mestiere Serramenti – Infissi.

“Con la nostra azione di rappresentanza ci impegneremo a perseguire gli obiettivi e gli interventi emersi durante l’Assemblea – ha affermato Gianluca Di Buò. “In particolare è venuto fuori un problema di “ricambio generazionale” per gli addetti delle nostre imprese. Sempre più spesso lavori necessari come quello di imprese edili, meccaniche, falegnamerie, ferramentisti, e molti altri, segnalano un problema sistemico di trovare ragazzi giovani e motivati da coinvolgere nello sviluppo e nel proseguo delle attività delle loro aziende. In tale ottica ci siamo ripromessi di avviare iniziative con gli istituti superiori affinché si possa presentare ai ragazzi il “bello” delle nostre attività ed attirare in maniera consapevole giovani verso lavori che restano indispensabili per il nostro tessuto economico – sociale. Proseguiremo, inoltre, con l’affiancamento e i servizi offerti da Marche Innovation Hub, il sostegno alle imprese che vogliono progredire e digitalizzare i loro processi produttivi per rimanere competitivi sul mercato.”

ASSOCIATI