Costantini al taglio del nastro della nuova sede di Trieste

CNA FVG completa la sua regionalizzazione con l’inaugurazione della nuova sede di Trieste, alla presenza del presidente nazionale Dario Costantini, del vicepresidente Guerrino Gastaldi e dei vertici regionali di CNA.

“Un nuovo passo in avanti per una rappresentanza coesa, integrata e diffusa territorialmente – ha affermato Costantini – il nostro progetto prevede la massima interazione delle nostre articolazioni tra territori, regionali e nazionale. Una valorizzazione sistemica che si propone come CNA Friuli Venezia Giulia e con una presenza capillare nel nostro Paese: oltre mille uffici in tutta Italia testimoniano vicinanza alle imprese e ai nostri associati per le loro necessità”.

“Si potranno sfruttare tutte le potenzialità espresse dal territorio – ha commentato dopo il taglio del nastro il presidente regionale CNA FVG Maurizio Meletti -. Tramite questo presidio si aprono nuovi sbocchi, guadagneremo maggiore autorevolezza ai tavoli tecnici e politici, sosterremo ancor di più le categorie forti della CNA di Trieste (imprese edili e impiantisti in particolare), spingeremo la nostra rappresentanza anche sui settori peculiari di questa città, ad esempio le attività produttive legate alla nautica e al turismo”.

Ubicata nel quartiere di Roiano in via Barbariga 5/b, ben visibile e facilmente raggiungibile dagli utenti, la sede è stata ritenuta logisticamente idonea alle attività della CNA anche nella logica di sviluppo dell’area Cittadini (CAF e Patronato).“Il processo di regionalizzazione non si poteva dire concluso senza la presenza fisica della CNA nel capoluogo di regione, e però questo importante traguardo non si pone come un punto di arrivo per la CNA regionale, bensì di partenza – ha precisato Meletti -. Molte nuove opportunità, infatti si offrono agli associati di Trieste, che possono fruire dei servizi disponibili in città, utilizzare la sede per riunioni, e via dicendo. Un vero rilancio per le imprese del territorio, che potranno contare sull’esperienza e le competenze della loro associazione di categoria”.

Alla cerimonia erano presenti i dipendenti CNA della nuova sede e della CNA regionale, gli associati, le imprese. “Con la nuova sede aumenta su Trieste l’offerta e la qualità dei servizi – ha aggiunto il direttore regionale Roberto Fabris . Il processo di regionalizzazione che ha portato la CNA ad avere un’unica associazione e una società di servizi in regione non ha solo una valenza politico-sindacale, ma anche rilevanza sul piano pratico per la qualità e la quantità di servizi a disposizione delle imprese associate. Le imprese di Trieste beneficeranno pertanto di questo sistema più ampio, dai servizi tradizionali da “adempimento” quali contabilità paghe, sicurezza, ai servizi più specifici (privacy, formazione, ecc.), senza contare i corsi come quelli su F-gas per gli impiantisti e le consulenze SOA. Le imprese triestine disporranno inoltre del nostro ente ECIPA Scarl accreditato in Regione, per i corsi gratuiti di FondArtigianato”.

L’ingresso in un’area più ampia del sistema CNA consentirà alla CNA di Trieste di potenziare anche i servizi alla persona. Tradizionalmente la confederazione al filone del supporto delle imprese e alla presenza storica del Patronato ha aggiunto, da qualche anno, una branca dedicata alle persone fisiche con apposito tesseramento CNA Cittadini, che fruiscono di servizi necessari e apprezzati dall’utenza quali CAF per 730 e dichiarazione redditi, ISEE, successione, cedolini colf e badanti.

Questo articolo Costantini al taglio del nastro della nuova sede di Trieste è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI