CNA al TTG nel segno di turismo e Made in Italy

Turismo e made in Italy: esperienza unica! È stato questo il tema portante degli eventi e delle attività tenute da CNA alla 60a edizione del TTG ‘23 (Travel Experience) a Rimini Fiere per il pieno rilancio dei mercati internazionali dove il Made in Italy e l’Italian lifestyle hanno rappresentato i fattori cardine intorno ai quali costruire il racconto del nostro Paese per promuovere il turismo nel mondo.

Le 350 contrattazioni, tenute nell’area Business Meeting dello stand CNA, con altrettanti buyer del turismo internazionale (USA, UK, Francia, Spagna, Cina, Giappone, Australia, Argentina, Canada, Germania, Israele, Brasile, Cile, Norvegia, Islanda, Ucraina, Turchia, Croazia, Messico, ecc…) hanno visto la promozione dei nostri territori e delle nostre imprese narrati in oltre 500 pacchetti turistici presentati dal sistema regionale CNA.

Oltre 500, infatti, sono state le imprese artigiane e della filiera del turismo che si sono cimentate nei business meeting e nell’ambito dei 40 eventi, tra convegni, attività formative, laboratori e dimostrazioni con al centro il Made in Italy: un asset attrattivo per il turismo internazionale e strategico per ridurre l’impatto della stagionalità.

“Un importante appuntamento, quello del TTG a Rimini, per puntare al pieno rilancio del turismo grazie alla filiera del sistema CNA”, ha dichiarato Paolo Cavini, presidente CNA Emilia-Romagna.

“La forte riconoscibilità, autenticità e unicità dell’offerta turistica messa in campo al TTG da CNA ha rappresentato un importante volano per il Made in Italy nel mondo” ha sottolineato Marco Misischia, presidente CNA Turismo e Commercio.

“Turismo e artigianato, un binomio vincente che ci ha consentito di raddoppiare, rispetto alla precedente edizione, i contratti con i buyer internazionali per chiudere definitivamente il periodo della pandemia e superare i numeri pre-Covid del 2019” ha evidenziato Cristiano Tomei, coordinatore CNA Turismo e Commercio.

Le attività delle tre aree – Business Meeting, Speech e Workshop – sono state inaugurate dall’iniziativa tematica sul “Percorso europeo del turismo per un settore più green, digitale e resiliente” che ha visto la partecipazione di Misa Labarile, responsabile Turismo della Commissione europea DG GROW.

L’intervento conclusivo, a chiusura di tutte le attività, è stato  affidato al Segretario Generale CNA, Otello Gregorini, sul tema “il turismo esperienziale: valore e cultura del Made in Italy” che ha evidenziato come l’Italia ha nel turismo una fondamentale prospettiva perché  su questo segmento abbiamo la materia prima, abbiamo la fattura del nostro Paese per come è fatto, la sua geografia e la sua articolazione dove le leve del mondo dell’artigianato contribuiscono a valorizzare il nostro Made in Italy.

Le attività di CNA al TTG sono state patrocinate dalla DG Grow turismo della Commissione Europea e dal Ministero del Turismo e sono proseguite con i post tour che hanno visto coinvolti 75 buyer stranieri in Sicilia, Liguria, Lazio e Abruzzo per scoprire in prima persona la qualità dell’ospitalità, della ristorazione e soprattutto le esperienze dei nostri artigiani.

Qui tutte le attività CNA tenutesi al TTG.

Questo articolo CNA al TTG nel segno di turismo e Made in Italy è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI