CCNL Edilizia artigianato pmi e affini – precisazioni su Mastro Formatore Artigiano

In data 20 dicembre 2023, le Parti Sociali hanno condiviso un documento contenente le interpretazioni autentiche inerenti la figura del Mastro Formatore Artigiano recentemente aggiornata dall’accordo di rinnovo del 4 maggio 2022 e dall’accordo per la procedura di iscrizione del 13 marzo 2023.

Lo scopo del documento è quello di chiarire alcuni dubbi interpretativi emersi negli incontri con Imprese e Associazioni su diversi temi, contenuti nel CCNL e nell’accordo per la procedura di iscrizione.

Con riferimento al CCNL, vengono forniti chiarimenti sui seguenti aspetti: il periodo continuativo di iscrizione all’albo delle imprese artigiane; gli attestati di frequenza dei corsi obbligatori; il requisito dei 3 anni come Datore di lavoro; l’essere in regola con la sicurezza, Durc e adeguata capacità tecnico – finanziaria – organizzativa.

Con riferimento all’accordo di procedura di iscrizione, invece, viene meglio dettagliata l’istruttoria avviata dalla Cassa Edile / Edilcassa (viene precisato che potrà essere richiesto un documento sulla posizione Inail o sull’iscrizione alla gestione artigiana Inps) e la documentazione da presentare per partecipare alla formazione pratica dei propri dipendenti.

Riferimento: verbale di accordo 20 dicembre 2023, interpretazioni autentiche Mastro Formatore Artigiano Cna Costruzioni, Confartigianato, Casartigiani, Claai, Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil

Questo articolo CCNL Edilizia artigianato pmi e affini – precisazioni su Mastro Formatore Artigiano è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI