CCNL Edilizia artigianato pmi e affini – precisazioni su apprendistato e nuova classificazione

In data 20 dicembre 2023, le Parti Sociali hanno sottoscritto un verbale di accordo contenente due precisazioni relative alle cc.dd. “code contrattuali” del 5 settembre 2023.

1) Apprendistato

La nuova disciplina dell’apprendistato prevede il nuovo istituto dell’apprendistato professionalizzante specialistico.

Con la nota integrativa del 20 dicembre 2023, vengono confermati i livelli sui quali vanno applicate le percentuali retributive:

Per il 1° ed il 2° gruppo Specialistico: si applicano le percentuali sul 3° livello;
Per il 3° Gruppo Specialistico si applicano sul 2° livello.

2) Classificazione del personale

È stata prevista una razionalizzazione e un ammodernamento delle figure professionali anche nell’ottica delle nuove tecnologie di costruzione e dei nuovi settori di punta e riconoscendo livelli superiori in alcune mansioni.

Con la nota integrativa del 20 dicembre 2023, è stato aggiunto, alla fine del paragrafo relativo al 7° livello, il riferimento ai cantieri archeologici.

Inoltre, sono stati riscritti i primi due paragrafi del capitolo “Laureati e Diplomati”, aggiornandoli al settore archeologico e meglio specificando i diplomi inerenti all’industria edilizia.

Infine, è stata prevista la costituzione di una Commissione volta a chiudere la stesura definitiva entro il 30 settembre 2024.

Riferimento: verbale di accordo 20 dicembre 2023, Allegato D “Apprendistato professionalizzante” Cna Costruzioni, Confartigianato, Casartigiani, Claai, Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil

Questo articolo CCNL Edilizia artigianato pmi e affini – precisazioni su apprendistato e nuova classificazione è stato pubblicato su CNA.

Read More

Generated by Feedzy
ASSOCIATI